Car of the YearOrganizzatore del premio
Car of the Year 2021

Mazda CX-5 2021: impressioni di guida

Mazda CX-5 2021: impressioni di guida

Senza stravolgimenti, l’ultima evoluzione della SUV giapponese porta il progetto ad un nuovo stadio di maturazione. Abbiamo provato la versione con lo Skyactiv-G 2.5L da 194 CV

di Diego D'Andrea

12 marzo

Più che uno stravolgimento un’evoluzione, quella dell’ammiraglia Mazda, diretta a consolidare le innumerevoli qualità capaci di farla apprezzare da un'utenza particolarmente attenta ed esigente; un pubblico desideroso di viaggiare in first class, ma anche di stringere tra le mani il volante di un mezzo performante su ogni percorso.
Muscoli ben definiti, classe da vendere, e tanto spazio a disposizione, permettono alla versione 2021 della CX-5 di non tradire le aspettative.

Mazda CX-5 2021, prova su strada

Mazda CX-5 2021, prova su strada

Muscoli ben definiti, classe da vendere, e tanto spazio a disposizione. La SUV giapponese raggiunge un nuovo, inedito, stadio di maturazione

Guarda la gallery

MAZDA CX-5 2021: COSA CAMBIA

Per quanto riguarda il design, il layout rimane pressoché invariato, confermando la riuscita miscela di linee possenti, ma allo stesso tempo eleganti, secondo i dettami dello stile KODO. Novità, invece, arrivano sul fronte della tecnologia HMI (Human Machine Interface) di serie su tutte le versioni. Il sistema infotainment, completamente nuovo, è caratterizzato da un display centrale da 10,25’’ e da una gamma ampliata di funzionalità e servizi di connessione, tutti gestibili attraverso smartphone, sfruttando le potenzialità dell’app dedicata “My Mazda App”. Attraverso quest’ultima, si possono ricevere informazioni sullo stato dell’auto, come il livello liquidi, o la pressione degli pneumatici; effettuare il blocco delle porte a distanza, sfruttare la funzione di ricerca vettura in parcheggio; ma anche inviare al navigatore il percorso già elaborato sul device, oppure prendere contatto con la concessionaria per prenotare servizi di officina, o con l’assistenza stradale. Interessante anche la possibilità di ricevere notifiche quali, ad esempio, l’attivazione del sistema di allarme perimetrico e volumetrico dell’auto (ora di serie) nel caso di un tentativo di furto.
Numerosi sono i miglioramenti tecnici anche al gruppo propulsore. Sinteticamente, gli ingegneri Mazda hanno lavorato ad una riduzione sensibile degli attriti, hanno aggiornato la trasmissione automatica, affinato la trazione integrale i-Activ AWD e hanno ottimizzato il funzionamento del pedale dell’acceleratore, al fine di ottenere una migliore risposta e controllo del veicolo (soprattutto nelle fasi di ripresa, rendendo ancora più evidente la tipica sensazione Jinba Ittai, tratto distintivo del DNA del brand). Inoltre, sulle motorizzazioni a benzina - Skyactiv-G da 2.0L 165 CV e 2.5L da 194 CV - bypassando l'attuale trend dell'elettrificazione, è presente un sofisticato sistema di disattivazione dei cilindri che aumenta l’efficienza del motore, riducendo i consumi e migliorando il dato sulle emissioni (tutti i nuovi motori vantano un miglioramento nel livello di emissioni di CO2 nel ciclo WLTP, con valori migliorati fino al 7% rispetto al modello uscente). Da Aprile, la Mazda CX-5 sarà disponibile anche in due motorizzazioni diesel Skyactiv-D, da 150 CV e 184 CV, dotati di una doppia turbina a geometria variabile dall’elevata coppia motrice (rispettivamente, 380 Nm per la prima, e 445 Nm per la variante da 184 CV).

Mazda SkyActiv G: come funziona la disattivazione dei cilindri

Mazda SkyActiv G: come funziona la disattivazione dei cilindri

Per la Casa di Hiroshima, efficienza e basse emissioni non prescindono mai dal puro piacere di guida, grazie anche alla sofisticata tecnologia impiegata. Ne è un esempio il sistema di disattivazione dei cilindri, che senza influire sulle performance, abbassa consumi ed emissioni dannose, spegnendo due dei quattro cilindri quando si procede in condizioni di carico ridotto o a velocità costante. Questo interessante video tecnico permette di comprenderne l'esatto funzionamento.

Guarda il video

Scopri il nostro listino di auto usate: occasioni imperdibili con un click!

MAZDA CX-5 2021: IMPRESSIONI DI GUIDA

Protagonista della nostra prova è stata una CX-5 equipaggiata con motore benzina Skyactiv-G 2.5L da 194 CV e cambio automatico a 6 rapporti.
Prima dell’analisi dinamica, un accenno all’abitacolo, “tipicamente Mazda”. All’interno dell’auto ci si sente accolti, avvolti; una percezione sensoriale di benessere diffuso quasi inconsapevole, ma evidente. Pochi fronzoli, tutto è razionale, ZEN nella migliore accezione del termine, con un’attenzione maniacale al particolare.
Qualità dei materiali, posizionamento dei comandi, inserimento nel corpo auto, tutto converge in un unico, chiaro, intento: porre il guidatore al centro della scena, secondo l’impostazione umanocentrica di Mazda, che favorisce la migliore interazione possibile col mezzo. Un trattamento di prima classe riservato anche ai passeggeri, che beneficiano di un ambiente spazioso (anche per i più alti) e confortevole, perfetto per i lunghi viaggi. Notevole la silenziosità a bordo anche a velocità sostenuta.
Un’auto estremamente elegante, dentro e fuori, ma anche insospettabilmente gratificante, muscolare e precisa nella guida tra le curve. Situazione, quest’ultima, in cui quasi sorprende, grazie a un volante chirurgico nel disegnare traiettorie, e a un feeling generale fuori dal comune per un SUV di queste dimensioni. Merito anche dell’i-Activ AWD (la trazione integrale intelligente di Mazda), che con i suoi 27 sensori monitora per ben 200 volte al secondo le condizioni della strada e lo stile di guida del pilota. Che tradotto, significa più efficacia sui terreni difficili, ma anche la piacevole sensazione di stare letteralmente incollati all’asfalto, tenendo a bada il - seppur minimo - fisiologico rollio.
Il quattro cilindri 2.5 da 194 CV è risultato essere un vero campione di regolarità. Nelle accelerazioni più vigorose non si avvertono picchi, ma una costante “muscolarità propulsiva” lungo l’intera scala del contagiri. Il tutto, perfettamente assecondato dalla notevole fluidità del cambio automatico a sei rapporti. In modalità di guida Sport, però, meglio passare in manuale per godere di una maggiore intensità e sentirsi “padroni” dell’erogazione, sfruttando al meglio le palette al manubrio. Il sistema di disattivazione dei cilindri aiuta (almeno un po’) a mantenere i consumi sotto controllo, ma di certo non è questa la prima priorità di chi sceglie una motorizzazione simile. Per chi fa tanta strada, meglio i diesel Skyactiv-D.

MAZDA CX-5 2021: ALLESTIMENTI E PREZZI

Con la versione 2021, la CX-5, nelle motorizzazioni 2.0L Skyactiv-G 165 CV e 2.2L diesel Skyactiv-D 184 CV, entrambe con trazione integrale i-Activ AWD e cambio manuale, sarà disponibile anche con l’esclusivo allestimento 100th Anniversary, ispirato alla prima auto Mazda, la R360 Coupé: colorazione esterna Snowflake White Pearl, sedili interni in pelle Nappa Burgundy Red, poggiatesta anteriori con logo goffrato, badge esterni, coprimozzi centrali con logo esclusivo, ed una serie di ulteriori dettagli studiati per celebrare i 100 anni della Casa automobilistica giapponese.
Il listino parte da 33.150 Euro per la versione Business 2.0L benzina 165 CV 2WD cambio manuale per arrivare ai 49.550 euro previsti per la esclusiva 100th.

Tutta la gamma Mazda: il listino completo

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi