Il futuro arriva, ma non incombe. Cresce il mercato dele auto elettriche e ibride plug-in, sono oltre due milioni del mondo. Cifra tonda e trend in forte crescita, certificato dall’International energy agency.

Ma il dato è ancora poco indicativo, perchè le vetture circolanti a livello globale sono oltre un miliardo. Per i due powertrain più ecologici le prospettive sono incoraggianti. Ma il dato della diffusione è al di sotto anche del livello di una nicchia: stiamo parlado dello 0,2% del parco circolante a livello globale.

Guardando il bicchiere mezzo pieno, la crescita è in fortissima progressione. Ha registrato un incremento del 56% nel 2016. Di fatto ogni due anni il numero di auto green raddoppia. E anche di più: ma la strada è molto lunga. L'indirizzo sembra quello giusto però, a patto di ampliare il raggio di vendita.

Infatti il 96% delle auto elettriche e ibride plug-in viene venduto in 10 stati. Che sono: Cina (primo mercato mondiale anche per questa categoria), Usa, Canada, Giappone, Germania, Francia, Regno Unito, Olanda, Norvegia e Svezia. Ovvero dove le politiche statali sono incentivanti, come Cina o Norvegia, o dove la rete di ricarica e la ricchezza media elevata lo consentono.

Il grande salto. L'obiettivo è conseguire una quota del 30% sul mercato in questi 10 stati entro il 2030. E a lungo termine arrivare a 450 milioni su scala mondiale nel 2035. Fino alla cifra iperbolica di 600 milioni del 2040. Questo sarebbe il "gol" per contribuire in modo significativo ad abbassare il riscaldamento del pianeta.