Rezvani Beast, l'Ariel Atom della California

Rezvani Beast, l'Ariel Atom della California
Monta un motore da 500 cavalli, ha prestazioni da supercar e un prezzo da granturismo

di Redazione

17 giugno 2015

C'era un tempo in cui dicevi Orange County, O.C., e tutti pensavano al telefilm. Ora arriva qualcos'altro dalla California, arriva Rezvani Beast, che sta a metà strada tra la supercar e la barchetta. Iperleggera, certo, ma con una carrozzeria a vestire il telaio in alluminio e carbonio, preso pari pari dalla Ariel Atom 3, che ha ben altre linee e proporzioni, dedicata ai duri e puri della guida, senza paura di ritrovarsi il casco pieno di moscerini. La Rezvani adotta un parabrezza molto più ampio, quasi vero verrebbe da dire, poggiato su una struttura essenziale. Il design è un inseguirsi di spigoli e lo firma Samir Sadikhov. La carrozzeria in fibra di carbonio sfoggia un anteriore in picchiata, con i gruppi ottici inseriti senza sporcare le linee, ma dal risultato stilistico forse non ineccepibile. La Beast non è certo esercizio con il quale stupire per il design, ha altre frecce al proprio arco sulle quali contare. A cominciare dal motore 2.4 litri quattro cilindri, che abbina turbocompressore e volumetrico, quest'ultimo un Rotrex capace di portare la potenza fino a 500 cavalli. Numeri che letti insieme a un peso di 750 kg, basta un attimo per capire quanto le prestazioni siano elevate. Passa da 0 a 100 km/h in 2"9 e tocca i 265 km/h di velocità massima. Il tutto con il minimo ausilio dell'elettronica. A richiesta si può avere un cambio sequenziale, ma Rezvani Beast nasce con una classicissima leva manuale a 6 marce per snocciolare i rapporti e scaricare la coppia al posteriore.

La fotogallery di Rezvani Beast

Dire che gli interni siano spartani è forse un complimento. Sedili in carbonio (interamente, senza nessuna imbottitura) al pari del volante, dichiarato con un peso di 300 grammi appena e più leggero anche di quello di una Formula 1. Sorprende, con queste premesse, ritrovarsi poi il touchscreen al centro della plancia, con tanto di connettività Apple Car Play. Ultima nota sulla "Bestia" di Orange County, riguarda i cerchi, da 19 pollici e in alluminio forgiato, che calzano coperture 235/35 all'anteriore e 295/30 al retotreno. I tempi per la realizzazione di un esemplare oscillano tra le 8 e le 12 settimane, ovviamente dopo aver sborsato un consistente anticipo sui 165 mila dollari richiesti da Rezvani per la Beast (circa 150 mila euro al cambio attuale). Fabiano Polimeni

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi