Mercedes G500 4x4², si farà su ordinazione: prezzo da 233 mila euro

Mercedes G500 4x4², si farà su ordinazione: prezzo da 233 mila euro
Nella gamma Mercedes Classe G non sarà la versione più costosa, che resta la G65 Amg

di Redazione

23 giugno 2015

Andrà a popolare l'ampia gamma di Mercedes Classe G, la G500 4x4². Nata come versione "civilizzata" dell'estrema G6x6, porta il fuoristrada per eccellenza di casa Mercedes su un piano ancora differente. Se la Classe G non teme ostacoli, la G500 4x4² si sposta ancor più in là quanto a capacità in off-road. Merito di nuovi assali, del riposizionamento di cambio e differenziali per incrementare l'altezza libera da terra, giunta a 45 centimetri e con una capacità di guado pari a 1 metro. Il look si inserisce nel solco della Gelandewagen ristilizzata, rispetto alla quale sfoggia una larghezza ampliata di 30 centimetri, cerchi da 22 pollici con gommatura 325/55 R22 e ammortizzatori regolabili con doppi elementi telescopici. Da dicembre si potrà ordinare a un prezzo non certo popolare, tuttavia non rappresenta il punto più alto della gamma, nonostante i 233.060 euro necessari per averla. Motore V8 4 litri da 422 cavalli e 610 Nm di coppia massima, accelerazione da 0 a 100 in 7"4, sono le prestazioni che racconteremmo se si parlasse di un'auto comune. Non lo è, pertanto si dovrà analizzare nel suo terreno di caccia, il fuoristrada estremo.

Le foto di Mercedes G500 4x4²

Accanto a Mercedes G500 4x4² ci sarà la G65 Amg con motore V12 6 litri da 630 cavalli e 1000 Nm, proposta a 280.030 euro. Alla base dell'offerta si colloca Mercedes G350d, spinta dal motore V6 3 litri turbodiesel da 245 cavalli e 600Nm, serviranno 93.449 euro. Salendo oltre i 100 mila euro, a 108.943, ecco la G500 "classica" con lo stesso motore della 4x4², ma capace di staccare un'accelerazione decisamente più rapida, in 5"9. Valore che scende di mezzo secondo con la Mercedes Amg G63, motore otto cilindri a V da 5.5 litri e 571 cavalli, per la quale il prezzo di listino è stato fissato a 148.087 euro. Fabiano Polimeni

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi