Un anno. Ovvero, quanto è servito a Fiat Toro per trasformarsi dall'idea anticipata con la show car Fiat FCC4 a prodotto concreto, pronto per il mercato, quello sudamericano in primis, dove arriverà nel 2016. La conferma arriva direttamente dalla divisione brasiliana del marchio di Torino, che evolve il concetto della FCC4, esposta al Salone di San Paolo 2014, e lo trasforma in un mix tra pick-up e suv, abbandonando il cassone carenato, buono per dare una silhouette più aggraziata ma con troppi limiti alla capacità (e facilità) di carico che, per la tipologia di mezzo, sono doti imprescindibili. Le foto spia più recenti confermano un disegno classico della zona posteriore, mentre il teaser ufficiale rilasciato da Fiat mette in mostra alcuni tratti salienti del frontale, accattivante grazie alle luci diurne a led, collocate in alto e in linea con il profili che sostengono il logo Fiat. Confermata la soluzione del concept FCC4 di sdoppiare i gruppi ottici, i cui elementi principali sono collocati poco più giù, ad altezza calandra, una griglia molto ampia che esalta l'imponenza di Fiat Toro ed è accompagnata da un paraurti con una seconda apertura generosa. Fiat FCC4 Concept Nervature nette sul cofano motore e barre portatutto sopra la cabina, sono altri particolari che si riescono a intuire dal teaser. Poche righe, invece, compongono la nota di Fiat Brasile, dedicate alla definizione del prodotto non già come un pick-up puro, quanto piuttosto coniando un nuovo acronimo: SUP. Niente SUV, o meglio, una commistione di funzioni: Sport Utility Pick-up, «un mezzo con il comfort e la guidabilità di un suv abbinate alla robustezza del pick-up», precisano in Fiat. Fabiano Polimeni