Mercedes GLS: SUV regina, test su strada

Mercedes GLS: SUV regina, test su strada
Arriva per ultima, ma gioca sempre da prima della classe ...

di Alberto Sarasini

3 dicembre 2015

Innsbruck Arriva per ultima, ma gioca sempre da prima della classe: la Suv ammiraglia che mancava al piano di rinnovamento della folta gamma Mercedes si rinnova senza rivoluzioni, iniziando dalla denominazione che ora fonde la sigla GL con l'esclusività della Classe S: la GLS non è però integralmente nuova, limitandosi ad offrire aggiornamenti mirati seppur interessanti in modo particolare sul piano della sostanza. Ai comandi della 350d, unica motorizzazione a gasolio in gamma - il cuore è il collaudato 3.0 V6 da 258 cv e 620 Nm - si apprezzano in primo luogo il nuovo cambio automatico a nove rapporti 9G-Tronic e le evolute sospensioni pneumatiche Airmatic con controllo adattivo ADS: l'insieme conferisce ulteriore autorevolezza di marcia insieme ad un confort esteso. L’estensione delle marce favorisce la sensazione di presenza costante di spinta, poiché in pratica con così tante marce il motore lavora sempre al regime ottimale, tanto che la selezione manuale praticamente non si usa mai. Ne beneficia pure l’erogazione del motore, poiché difficilmente ci si trova a dover spingere a fondo sull’acceleratore per ottenere scatti decisi (0-100 km/h in 7”8), nonostante la massa non indifferente del veicolo; un aspetto tanto più apprezzato visto che, di suo, il V6 a gasolio (13,2 km/litro in media dichiarata) tende a mostrare una “voce” sonora un po’ troppo accentuata (un filo troppo su un’auto di queste ambizioni) appena sale il regime oltre la metà del “range” di utilizzo. Il molleggio ad aria, ulteriormente affinato, è invece esemplare. In modalità Comfort si viaggia sul velluto, ma restando sempre con la buona sensazione del pieno controllo del mezzo; la modalità Sport può tornare utile se la successione di curve si infittisce, mentre il settaggio “Slippery” offre il meglio della trazione su fondi a bassa aderenza. Come in precedenza, la trazione integrale 4Matic è standard, il Pacchetto Offroad invece è a richiesta ed include riduttore e blocco del differenziale centrale. Come per le “S”, la suite di ausili attivi alla guida include tutte le tecnologie ultima generazione: il pacchetto completo avvicina quanto mai la dimensione della futura guida autonoma. Carrozzeria ed abitacolo presentano leggeri ritocchi, ma in particolare l’accoglienza guadagna ulteriore “smalto” grazie a piccoli e grandi ritocchi dell’arredo, mentre i sistemi infotainment di bordo includono le più recenti tecnologie incluso lo schermo con diagonale da 8” pilotato dal touch pad alla base del cambio. Lusso e spazio si confondono, grazie a opulenza e ricchezza degli allestimenti con libertà di movimento particolarmente estesa non solo nella zona del divano centrale, ma pure in relazione alla terza fila (comunque a scomparsa). La rinnovata GLS è in consegna a partire da marzo 2016 con un listino da 81.700 euro.

Mercedes GLS: SUV regina, test su strada - le foto

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi