Al governo degli USA, nel 1940, serviva un mezzo militare agile, leggero, un veicolo da ricognizione che prendesse il posto delle motociclette e delle Ford-T modificate usate fino ad allora. Quel mezzo venne selezionato scorrendo un lungo elenco di proposte e alla fine venne identificato nella Willys MB. Nel 1941, il 15 luglio, venne sottoscritto l'accordo tra governo e Willys Overland Motor. A 75 anni di distanza, nello stabilimento di Toledo (Ohio) la storia è tornata d'attualità. Come il Willys MB del tempo, su base Jeep Wrangler Sport si è creata Jeep Wrangler Salute Concept

Un omaggio, che per essere tale non poteva che ripercorrere, il più fedelmente possibile, i tratti del fuoristrada del 1941. Vennero fissati requisiti specifici nel bando di gara al quale presero parte i potenziali fornitori. Doveva essere un veicolo regolare nel funzionamento, capace di marciare per un'ora anche a 5 km/h, dall'elevata capacità di carico, con il parabrezza abbattibile, non troppo alto e sufficientemente compatto per passare in terreni tipici delle zone di guerra, fondamentale anche un peso inferiore ai 590 kg e che avesse forme squadrate. A tutti questi requisiti rispondevano tre alternative, le soluzioni che si "giocarono" la commessa, proposte da Ford, Bantam e Willys con il suo quad. I 1.500 esemplari realizzati per finalità di test - come da parte degli altri marchi - convinsero l'esercito e il modello Willys Quad venne modificato per diventare prima MA e, infine, Willys MB. 

La tinta carrozzeria verde oliva è la stessa del tempo, gli specchietti circolari, l'assenza delle porte laterali e del montante B, altri dettagli ispirati al primo MB. Paraurti in acciaio, come i cerchi da 16 pollici, le ruote militari, la ruota di scorta posteriore, i sedili con schienale in tela, i tamponi in legno sul cofano motore per supportare il parabrezza ribaltato, altri particolari fedelmente riprodotti.

Jeep Wrangler 75th Anniversary, la serie speciale "per tutti"

Sotto al cofano, largo al motore V6 Pentastar da 3.6 litri, collegato a un cambio manuale 6 marce, elemento moderno che "tradisce" la strettissima parentela con il Wrangler Sport oggi in commercio.