Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Mitsubishi, addio alla Lancer EVO

Mitsubishi, addio alla Lancer EVO

La Casa giapponese dice addio alle auto sportive per concentrarsi solo sulla produzione di SUV, crossover e macchine con motorizzazioni alternative, come elettriche e ibride. Per dare spazio alla versatilità e all'efficienza anche la Lancer EVO e l'Eclipse andranno in fuori produzione

di Redazione

11 aprile 2019

Per soddisfare le richieste dei clienti e le esigenze del mercato, la Mitsubishi abbandona la produzione di auto sportive, spostandosi esclusivamente su quella di SUV, crossover, auto elettriche e ibride.  A pagarne le spese saranno dunque i modelli che hanno fatto la storia del Marchio come la Lancer Evo: la berlina, arrivata alla decima generazione, versione sportiva della Mitsubishi Lancer prodotta dal 1992. Un modello che fino alla V generazione, è stata la base della vettura da rally con la quale Mitsubishi ha corso nel gruppo A del Mondiale Rally vinto 4 volte dal 1996 al 1999 con Tommy Makinen alla guida.

Mitsubishi Lancer EVO, Xgen di storia FOTO

Mitsubishi Lancer EVO, Xgen di storia FOTO

Dopo la decisione della Casa giapponese di concentrarsi solo sulla produzione di SUV, crossover, elettriche e ibridie, ripercorriamo dal 1992 le versioni della berlina sportiva

Guarda la gallery

"Poichè l'efficienza e la versatilità sono diventate sempre più importanti per i consumatori, Mitsubishi ha deciso di concentrare i propri sforzi sui veicoli crossover e sulle auto elettriche o ibride per soddisfare le richieste dei clienti", si legge in una nota diramata dalla Casa giapponese.

I motivi della scelta del Marchio giapponese possono rintracciarsi nella trasformazione del segmento delle auto sportive in un ambito troppo di nicchia per i consumatori, che ad oggi ricercano nell'acquisto di un'auto la versatilità e l’efficienza. Complice è anche il cambiamento ella normativa europea e nazionale, che riguarda la limitazione alla circolazione di veicoli inquinanti e l'aggiornamento sempre più stringente sulle emissioni di CO2

Una serie di fattori, tra loro concomitanti, che hanno condotto Mitsubishi a cambiare modello produttivo, spostando il focus su auto di dimensioni ridotte, dotate di motori a bassa cilindrata e propulsioni alternative. 

Il cambiamento in atto significa che scompariranno gradualmente sulle strade  auto simbolo come la Lancer Evo, ma anche la Mitsubishi Eclipse, prima di diventare un crossover è stata la coupé del Marchio per più di vent'anni (dal 1989 al 2011), la Starion, la Galant e la 3000GT.

Robert Lindley, manager di Mitsubishi UK, ha commentato (e confermato) così la svolta produttiva della casa automobilistica giapponese allo scorso Salone di Ginevra 2019: "L'attenzione di Mitsubishi è ora su SUV, crossover, quattro ruote motrici e motorizzazioni alternative. Nel tempo Mitsubishi ha variato più volte il suo posizionamento di mercato, producendo da auto come la Spacestar fino a sportive come la Lancer Evo, ma non ha avuto un obiettivo chiaro come oggi. 

Come azienda che vende 1.2 milioni di automobili in tutto il mondo - prosegue Lindley -  non è un grande businness. Se cerchi di essere in tutti i diversi segmenti del mercato e seguire le tendenze, come le auto sportive, diventa difficile essere economicamente sostenibili."

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi