Sarà un agosto bollente, sicuramente per gli automobilisti romani. Dopo le chiusure delle stazioni della metropolitana Spagna,Barberini e Repubblica, gli scioperi e le buche sulle strade dovranno combattere anche con la chiusra della Tangenziale Est. Dopo quasi 20 anni il 5 agosto parte finalmente il progetto della demolizione del cavalcavia della Tangenziale Est, il tratto sopraelevato davanti alla stazione Tiburtina. Nel 2000 fu Walter Veltroni ad annunciare l'impegno per la riqualifica di una zona che giorno dopo giorno è in totale abbandono e degrado.

Da Fantozzi a Roma Violenta: i film cult girati a Roma in Tangenziale Est

La missione raccolta quindi dalla giunta dei 5 Stelle è quella di portare a termine una crociata storica, che ridarebbe ai cittadini un aerea normalmente in balia degli zingari e dei delinquenti. Un disagio che i romani segnalano da tempo: sotto il cavalcavia e alla luce del giorno le scene di guerriglia tra clochard, drogati e ubriachi costringono i pendolari a girare molto alla larga per raggiungere lo snodo Tiburtina. E le automobili ferme sul cavalcavia nel traffico congestionato fanno da spettatori rassegnati alla visione di un triste e ripetitivo film.

Viabilità, weekend da bollino rosso per i vacanzieri italiani

Chiusura Tangenziale  Est: duarata e strade percorribili

Ci vorrà tanta, ma tanta pazienza per vedere una Tangenziale Est nuova e completamente ottimizzata, per la precisione minimo 450 giorni. Anche se si sà che per il Campidoglio i tempi e le scadenze sono sempre relative e i lavori potrebbero prolungarsi per più di un anno e mezzo. Questi ad oggi è la durata dell'intervento, che verrà diviso in 12 fasi, che effettuerà l’impresa Rti Gra Srl.

I lavori inizieranno con la chiusura e la demolizione del tratto da via Teodorico a via Tiburtina, tra la stazione dei treni e pullman. Con la sopraelevata della Tangenizale Est chiusa la viabilità completamente deviata verso le complanari e la tangenziale sotterranea. Mentre i disagi riguarderanno l’intera area che da San Giovanni passa per via Nomentana e arriva fino allo stadio Olimpico. 

Inoltre c'è da aggiungere che per il momento, una volta utlimati i lavori, il Comune di Roma non ha un piano d'azione per la riqualificazione urbana, ma solo progetti in fase preliminare e le proposte dei comitati cittadini.

Ferrari sotto un TIR: il fake video ispirato a Fast & Furious

Il post su Fb della sindaca Raggi

Il primo lunedì di agosto non sarà facile per il traffico romano visto che non potrà più contare sul tratto sopraelevato, della lunghezza di circa 500 metri, della Tagenziale Est altezza stazione Tirburtina. Ad annunciare i lavori (e a preannunciare sicuramente anche ulteriori disagi che arriveranno) e le modalità con cui verrano eseguiti è la sindaca della Capitale Virginia Raggi, sul proprio profilo Facebook:

"Un’attesa lunga vent’anni e che ora è giunta a conclusione. Lunedì 5 agosto inizieranno i lavori che porteranno all’abbattimento del tratto sopraelevato di circa 500 metri della Tangenziale Est, davanti alla stazione Tiburtina. È un intervento storico per la città di Roma.

Nei 450 giorni di lavoro previsti, divisi in dodici fasi, saranno chiusi gli accessi alle rampe del tratto interessato dai cantieri, davanti allo scalo ferroviario. È stata già predisposta la viabilità locale alternativa per le auto, che potranno raggiungere San Giovanni o lo stadio Olimpico utilizzando le complanari laterali o la Circonvallazione Interna, ovvero il tratto sotterraneo della Tangenziale Est. Nei prossimi giorni saranno fornite ulteriori informative ai cittadini e verranno realizzati cartelloni sulla realizzazione dei lavori.

Il progetto sull’abbattimento della Tangenziale Est ha un’origine lontana, risalente al 2000, essendo previsto nell’accordo di programma sul piano di assetto della Stazione Tiburtina. Lungaggini burocratiche, volontà politiche, difficoltà di progettazione e realizzazione hanno rischiato di far naufragare l’intervento. Ora l’area sarà sottratta al degrado, riqualificata e restituita ai cittadini con un volto nuovo".