L'utilizzo degli Adas, i dispositivi avanzati di assistenza alla guida, aiuta a ridurre il numero di incidenti stradali. É quanto emerge da uno studio condotto dalla Fondazione Filippo Caracciolo di ACI, in collaborazione con il Politecnico di Torino, presentato da Bosch e Automobile Club d'Italia al Forum Automotive.

Bosch, sistema di sicurezza per incidenti con auto elettriche

La ricerca Bosch-ACI sugli ADAS

La ricerca si è basata sui dati provenienti dalle “scatole nere” di un campione di 1,5 milioni di veicoli nel 2017 e 1,8 milioni nel 2018 e ha evidenziato, sostanzialmente, come un veicolo immatricolato da più di quindici anni presenta quasi il 50% di probabilità in più di essere coinvolto in un incidente grave rispetto a uno immatricolato da soli due anni. Oltre a questo, dai dati raccolti da ACI e Bosch  emerge anche che i veicoli che costano in media 30.000 euro, dotati di sistemi di assistenza alla guida, sono coinvolti in un sinistro 5,7 volte ogni milione di km mentre quelli che costano attorno ai 15.000 euro hanno un rischio triplo.

ACI: In Italia circolano 39 milioni di automobili

Fondamentale, nella limitazione del numero di incidenti, la presenza degli Adas. Si stima che alcuni modelli di auto dotati di questi dispositivi hanno fino al 38% di probabilità in meno di essere coinvolti in un incidente stradale rispetto alle vetture che ne sono sprovviste. Tuttavia, stando alla ricerca Bosch-Aci, gli Adas, in particolare quelli correlati alle frenate di emergenza stentano a diffondersi in Italia. Al momento, infatti, solo un'automobile su 5, dispone di questa tecnologia di serie, una percentuale dato che potrebbe essere facilmente migliorata in quanto il sistema è potenzialmente disponibile per il 75% dei modelli di veicoli.

ADAS obbligatori dal 2022 nell'Unione Europea

L'UE ha imposto l'obbligo di equipaggiare con sistemi di sicurezza alla guida tutti i modelli di nuova omologazione che saranno introdotti sul mercato dal 2022. I veicoli omologati precedentemente, avranno tempo fino al 2024 per adeguarsi alla nuova normativa europea. Il pacchetto salvavita-Adas comprenderà il sistema di assistenza alla frenata e il rilevamento del “colpo di sonno, entrambi pensati per preservare la sicurezza di guidatori e passeggeri.