Genesis sta a Hyundai come Lexus dal 1989 sta a Toyota. Da trenta anni il Marchio di lusso di Toyota è dominante negli USA e da parecchio sta cercando di imporsi nel Vecchio Continente.

Genesis, creata solo nel 2015, ovviamente non ha ancora raggiunto il livello globale del brand premium giapponese, ma le ambizioni non mancano. Cementate dal successo sul mercato americano.

Genesis GV80, il SUV di lusso Hyundai alla conquista del West 

L'obiettivo è diventare competitiva nei confronti dei colossi tedeschi, Audi, BMW e Mercedes, per di più nelle loro terre di origine.

Incaricato dello "sbarco" è Dominique Boesch, nominato managing director di Genesis Motor Europe. Riferirà direttamente a Jaehoon Chang, capo di Genesis a livello globale. Il dirigente è perlomeno ferrato nell'argomento, essendo entrato il Volkswagen nel 1991 e avendo poi ricoperto ruoli di primo piano proprio in Audi.

Chang ha introdotto così il nuovo capo per l'Europa. "Design, tecnologia e qualità saranno le caratteristiche. Boesch con la sua notevole esperienza in Europa e nel settore premium, darà vita alla storia di Genesis".

Le parole di Boesch

"L'Europa è la patria spirituale del mercato delle auto premium. Sono certo che i modelli Genesis che intendiamo lanciare qui saranno una piacevole sorpresa per molti ".

Non sono stati anticipati nuovi nomi, ma appare chiaro che un grande SUV e una berlina, con la variante wagon sportiveggiante, potrebbero essere automobili interessanti per la clientela di alto livello.