Riattivare l'Area B prima che lo smog torni a invadere Milano. Ad annunciare la fine della sospensione della ZTL, coi varchi disattivati da marzo a causa del lockdown dovuto al coronavirus, è il sindaco Beppe Sala. La zona a traffico limitato, solitamente attiva con varchi e telecamere da lunedì a venerdì dalle 7:30 alle 19:30 esattamente come l'Area C, comprende quasi tutto il territorio meneghino e ha consentito in piena emergenza sanitaria, e consente tutt'ora, gli spostamenti liberi e in maniera più agevole.

Riattivarla con l'inizio della stagione invernale aiuterebbe a fermare l'incremento dell'inquinamento in città, sempre se il numero di contagi da covid-19 non dovesse aumentare ancora di più e rendere necessario ancora una volta un intervento decisivo sul traffico e la mobilità milanese. 

Nuovo Codice della Strada, agenti di polizia: multe anche fuori servizio

Sala: "Serve flessibilità e attenzione per l'Area B"

Una data precisa ancora non è stata scelta ma si pensa al 15 ottobre o all'inizio dell'accensione dei termosifoni e della stagione termica invernale: "L'area B andrà gestita con flessibilità, è chiaro che andiamo nella stagione termica invernale e per cui l'inquinamento si alzerà e quindi può aver senso riattivarla - ha detto Beppe Sala a margine della festa della Polizia locale -. Ma se la situazione sanitaria dovesse poi peggiorare la riapriremo, probabilmente la gestiremo con l'attenzione e la flessibilità, non c'è spazio per ideologismi, c'è invece necessità di ragionare con molto pragmatismo".

Allarme monopattini elettrici, 130 incidenti da giugno: il Governo cosa fa?

A Milano più monopattini in giro di quelli consentiti

Attenzione e pragmatismo che va usato anche quando si usano i monopattini elettrici. Il commento del primo cittadino sul numero elevato di mezzi disponibili e in circolazione nella City, dati riferiti dalla Procura di Milano, che li coinvolgono e che causano ogni giorno tantissimi incidenti, alcuni anche gravi e mortali, lo preoccupa molto. Ci sono infatti secondo le stime più monopattini a noleggio in giro di quelli consentiti infatti: "Se è così è una cosa grave. Per cui suggerirei di togliere immediatamente l'autorizzazione a chi ha messo in  giro più monopattini del previsto. Dobbiamo essere più attenti in generale sulla gestione dei monopattini".

Una stretta sui controlli alla micromobilità e anche sulle multe a chi non rispetta le regole del Codice della Strada: "Sto invitando il comandate della Polizia locale ad essere più severo. Chi porta i monopattini deve stare più attento. Mi preoccupa per esempio una cosa: che vengano lasciati un po' a caso e penso ai ciechi, a chi va in giro in carrozzella almeno su quello chiederei una immediata attenzione. Metteteli al posto giusto, in condizioni di non intralciare chi ha problemi di mobilità".

Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti contraria ai monopattini elettrici, lancia la petizione