RC Auto, continua il trend al ribasso: 23 euro in meno

RC Auto, continua il trend al ribasso: 23 euro in meno

L'ultimo trimestre fa registrare il -5,9% del prezzo medio effettivo. Secondo il bollettino Ivass, diminuiscono anche le differenze territoriali tra Nord e Sud e il premio in base agli incidenti

di Redazione

28 settembre

Secondo il bollettino Ivass, i prezzi dell’RC Auto sono ancora in calo. Continua quindi il trend già visto nell’ultimo periodo: nel secondo trimestre di quest’anno il prezzo medio effettivo è sceso a 360 euro, 23 euro in meno (-5,9%) rispetto allo stesso periodo del 2020.

Meno differenze territoriali

Se nel secondo trimestre 2019 il calo dell’RC Auto era stato dell’1,5%, nello stesso periodo 2020 la flessione era stata più netta, con il 5,4% in meno. L’ultimo periodo si conferma su queste cifre, con il -5,9%. Il 50% degli assicurati paga meno di 324 euro, il 10% è sotto i 193 euro. Sono in riduzione anche le differenze a livello geografico, con Aosta e Napoli più vicine del 2,6% su base annua a 211 euro. Nel centro-sud Italia si abbassano i premi in molte province: Roma segna il -8,4%, Crotone il -9,3%, Vibo Valentia il -8,2%, Palermo -8,3%, Catania e Prato il -8,1%.

Black box e incidenti

Il 20,8% delle assicurazioni di questo periodo prevede una riduzione del premio legata alla scatola nera. Il tasso di penetrazione della scatola si è ridotto dell’1,2% su base annua, mentre la black box è più diffusa nelle province con i prezzi superiori alla media nazionale. C’è una grande differenza tra i premi di chi ha subito due o più incidenti con colpa negli ultimi cinque anni e chi è senza incidenti: 675 euro contro 346 euro, quasi il doppio. Entrambi i casi sono però in calo, -9,9% per i primi e ben il -26,7% gli ultimi.

RC auto, in Italia in media costa 91 euro in più rispetto all’Europa

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi