Auto sportive finite nel dimenticatoio: la top 10 delle meteore

Auto sportive finite nel dimenticatoio: la top 10 delle meteore

Un gruppo di vetture con ottime potenzialità di riuscita, ma che non hanno mai convinto del tutto gli appassionati

di Redazione

19 ottobre

Porsche 968

In tutte le famiglie numerose ci sono figli che crescono all’ombra di qualche fratello. In casa Porsche questo è accaduto con la 968 che ha dovuto sempre combattere per imporsi, abbagliata dalla luce accecante della 911, il simbolo della sportività per eccellenza. Prodotta dal 1991 al 1995, era stata pensata come evoluzione della 944 (e infatti doveva chiamarsi 944 S3), ma in fase di progettazione furono cambiati così tanti aspetti che da Porsche decisero di dare un nome nuovo. La nuova sportiva montava un motore anteriore raffreddato a liquido abbinato alla trazione posteriore, un 3.0 litri quattro cilindri in linea (preso dalla 944) da 750 cc e 240 CV, un cambio montato sul retro e un transaxle per una perfetta distribuzione del peso. Ma c’erano molte novità soprattutto dal punto di vista estetico: il frontale e la coda vennero completamente ridisegnati.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi