Nuova Opel Insignia berlina, debutto al prossimo Salone di Ginevra 

Nuova Opel Insignia berlina, debutto al prossimo Salone di Ginevra 

La vettura è in questi giorni sottoposta agli ultimi interventi di fine tuning, test che si svolgono in Germania e Francia. Noi di Auto abbiamo potuto dare il nostro contributo guidando esemplari ben camuffati, provvisori per quanto riguarda gli interni, e offrendo agli ingegneri di Rüsselsheim il nostro feedback

di Piero Evangelisti

25 ottobre 2016

La nuova Opel Insignia berlina, per la quale è stato scelto il nuovo nome Grand Sport, debutterà all’inizio del mese di marzo del prossimo anno al Salone di Ginevra per poi raggiungere le concessionarie europee nei due mesi successivi. La vettura è in questi giorni sottoposta agli ultimi interventi di fine tuning, test che si svolgono in Germania e Francia, sulle strade, appartate e poco trafficate, che attraversano i boschi della Saar e della Lorena.

E’ qui che anche noi di Auto abbiamo potuto dare il nostro contributo guidando esemplari ben camuffati, provvisori per quanto riguarda gli interni, e offrendo agli ingegneri di Rüsselsheim il nostro feedback. Interessante l’opportunità di comparare la nuova Insignia con quelle della prima serie che sta per andare in pensione, un confronto dove risaltano le doti della nuova piattaforma Epsilon 2 finora destinata alle auto premium dei brand americani di General Motors.

Nuova Opel Insignia, i test al Nurburgring

Nuova Opel Insignia, i test al Nurburgring

Prime immagini su strada (anzi in pista) della nuova generazione di ammiraglia Opel, in attesa del debutto al Salone di Ginevra 2017: più grande e più leggera promette una maggiore sportività rispetto alla serie attuale

Guarda il video

Destinata ad essere la flagship, l’emblema del marchio Opel, Insignia Grand Sport è più lunga di 55 mm (4,90 m) rispetto alla serie precedente, ma il dato più rilevante è il passo che aumenta di 92 mm raggiungendo una lunghezza di 2,83 m, a tutto vantaggio dell’abitabilità, soprattutto per chi viaggia dietro. L’handling, anche nel misto stretto, non risente dell’allungamento del passo e la nuova Insignia percorre anche le curve veloci senza il rollio che sulla versione precedente era ancora percepibile, merito anche del baricentro abbassato e di una consistente riduzione della massa (fino a 175 kg in meno). I propulsori provati – a benzina da 165 e 250 CV – non saranno forse i più gettonati dai futuri clienti italiani del modello ma il primo, un’unità di 1.5 l turbo brillante ed elastico, oltre che silenzioso, potrebbe far cambiare idea a molti dieselisti. Più raffinata la tecnologia del due litri da 250 CV abbinato a trazione integrale Intelligent All-Wheel Drive e cambio automatico AT a 8 rapporti.

Al lancio Insignia potrà contare anche su una gamma di motori diesel con potenze da 110 a 170 CV. A migliorare l’esperienza della guida notturna, infine, ci sono i nuovi proiettori con tecnologia Intellilux Led Matrix messa a punto da Opel.  

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese