Kia GT4 Stinger, il prototipo sportivo ed estremo della casa sud coreana a Detroit non è certo banale. Si tratta di una coupé 2+2, minimalista negli interni (non ci sono le maniglie, ma due fettucce per aprire) ma con carattere da vendere. Ovvero la trazione posteriore, il motore un 2.0 litri turbo iniezione diretta, il quattro cilindri T-GDI, che scatena 315 cavallie un design molto particolare, opera di Tom Kearns, capo del Kia Design Center America. La GT4 Stinger ha dimensioni medie - lunga 4.31 metri, passo di 2.62 metri, larga 1.89 ed alta 1.25 - e un peso di 1.303 kg. Il cambio è a sei marce, lo sterzo ha un rapporto di demoltiplicazione minimizzato per esaltare l'anima sportiva. Le soluzioni estetiche sono originali e nell’abitacolo prevedono alcune particolarità, come il pavimento in plastica, una strumentazione con il minimo indispensabile, ma a LED e gradevole, i sedili a guscio, il volante tagliato. Non mancano dettagli interessanti, come i montanti con fessure per aumentare la visibilità.