Mazda MX-5, la piattaforma della nuova generazione, dalla quale nascerà anche la spider Alfa Romeo, o Fiat, è stata presentata al Salone di New York. Si tratta di un’anteprima della nuova architettura del modello che sarà lanciato nel 2015. La quarta serie della Mazda MX-5, conosciuta anche come Miata, riproporrà, in chiave sempre più avanzata, i temi che l’anno resa amata in 25 anni di commercializzazione. Ovvero grande leggerezza - con un peso ridotto di oltre 100 kg, adesso sono 1165 kg - e ottima guidabilità, grazie anche a una ripartizione ottimale tra asse posteriore e anteriore (50:50). Il pacchetto, trazione posteriore e motore anteriore centrale, sarà il primo della Skyactiv Technology piazzato su una Mazda MX-5. E promette di fare faville e calza alla perfezione nella filosofia della roadster dei record giapponese, che da sempre a puntato sull’essenzialità e il piacere al volante. La rigidità torsionale sarà ancora aumentata, il centro di gravità della spider sarà abbassato, mentre sarà ancora migliore il rapporto peso/potenza. Tutte freccie ottime nell’arco della Mazda MX-5 mark IV, che darà origine alla spider italiana (Fiat 124 Spider o Alfa Romeo Duetto che sia) ma questa è un’altra storia e sui nuovi progetti del Biscione potete leggere l’esclusiva di Auto 5/2014 in edicola dal 15 aprile