Pari opportunità, a due e quattro porte. In casa Smart non si fanno distinzioni. Nuova Smart forfour Brabus, infatti, è destinata ad affiancare la variante più pepata della Fortwo, diversamente da quanto accadde con la prima generazione. Allora c'erano altri presupposti tecnici, Smart Fortwo era unica e quella forfour nasceva in cooperazione con Mitsubishi che allora partorì la Colt. Mancano ancora i dettagli sul lancio ufficiale della forfour Brabus, che potrebbe arrivare già al salone di Francoforte, anche se appare più probabile che sia la Fortwo a esordire per prima con l'allestimento più sportivo. Cosa cambierà? Esteriormente le foto spia segnalano alcune modifiche evidenti, a cominciare dai cerchi in lega dal diametro maggiorato, si dovrebbe andare sui 17 pollici, mentre il posteriore non lascia dubbi agli scettici: due terminali di scarico spettano solo a una Brabus, inseriti in un paraurti rivisto e con la parte centrale più pronunciata. Anche l'anteriore è leggermente differente dalle Smart forfour classiche, in particolare due profili a mo' di splitter sono stati inseriti nella parte esterna del paraurti.

La fotogallery di Smart forfour 90cv

C'è, poi, l'interrogativo su quanti cavalli garantirà il motore turbo benzina. Saranno prevedibilmente gli stessi per la Fortwo e per la Renault Twingo RS, tutte nate sulla medesima base tecnica, anche se nel caso della citycar transalpina potrebbe sfruttarsi il badge GT e non quello RS. Le indiscrezioni dicono che il tre cilindri 900 cc erogherà tra i 110 e i 120 cavalli, un surplus di potenza di 20-30 cavalli rispetto allo step di potenza classico. Fabiano Polimeni Fonte foto spia | AutoMotorundSport