Jaguar F-Pace, il teaser pre Francoforte

Jaguar F-Pace, il teaser pre Francoforte
Due anni dopo Jaguar C-X17 il Giaguaro presenta la versione di serie del suv medi

di Redazione

23 giugno 2015

Jaguar F-Pace esce allo scoperto, almeno ufficialmente. Dopo innumerevoli foto spia a ritrarre il suv inglese nel suo allenamento in attesa del debutto - sul mercato arriverà nel corso del 2016, l'anteprima invece dovrebbe essere al salone di Francoforte a settembre -, ecco un secondo teaser ufficiale, che svela ben poco, fatta eccezione per la grafica dei gruppi ottici anteriori, con la tradizionale firma luminosa delle luci diurne a led, a forma di J e fari con tecnologia full led. Quelli posteriori, invece, avranno molto in comune con il taglio proposto sulla sportiva F-Type, che "cederà" anche il volante, un tre razze molto sportivo nel design. Cambierà ben poco dal concept Jaguar C-X17 visto sempre a Francoforte due anni fa, quando la critica fu unanime nel definire il progetto firmato da Ian Callum un suv dalle potenzialità elevate, almeno stando allo stile. I competitor diretti saranno, nemmeno a dirlo, i brand tedeschi nel segmendo D, andando a posizionarsi la F-Pace sui 4 metri e 72 centimetri di lunghezza, grossomodo quelli di Porsche Macan, Audi Q5, mentre un po' più grandi sono Mercedes GLE e Bmw X5. Concorrenza difficile da fronteggiare. Per riuscire nell'impresa punterà su una piattaforma con uso intensivo di alluminio, la IQ-Al che conta fino al 75% di lega leggera, senza tralasciare motorizzazioni adeguate al segmento, che dovrebbero replicare almeno in parte l'offerta oggi alla base della gamma Land Rover, in particolare i 3 litri turbodiesel V6 di Range Rover Sport, lasciando un punto interrogativo sulla gamma di quattro cilindri Ingenium negli step più performanti: il due litri turbo benzina e diesel rientrerà nella gamma Jaguar F-Pace?

Le foto di Jaguar C-X17 concept

Il versante della multimedialità sarà costituito dal sistema InControl, lanciato su Jaguar XE, riproposto su Jaguar XF e il restyling della XJ, così come il dispositivo All Surface Progress Control dovrebbe far parte dei dispositivi elettronici diretti all'ottimizzazione del grip a basse velocità. Fabiano Polimeni

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi