Concentrarsi prevalentemente sullo stile? Fuorviante. Nuova Porsche 911 Carrera e Carrera S hanno molto di più da raccontare. Certo, gli accorgimenti sul fronte del design non mancano, ma quando ti ritrovi una gamma composta interamente da unità turbocompresse, allora il radar va spostato altrove, sotto al cofano (peraltro con un diverso disegno della griglia di raffreddamento, ora a profili verticali). Carrera e Carrera S, nonché le varianti cabrio, avranno in comune architettura e cubatura, sei cilindri boxer, 3 litri e due turbocompressori per far salire di 20 cavalli la potenza disponibile rispetto ai modelli oggi sul mercato, anche se ben più importante è il guadagno di 60 Nm alla voce coppia motrice. Spinge già a 1.700 giri/min, regime da minimo o poco più, la nuova Carrera e lo fa con 450 Nm, tutto un altro mondo se pensavate che i 390 Nm del precedente aspirato fossero già di per sé esaltanti. Dettagli: da 3.4 si scende a 3 litri di cilindrata, così come i consumi ricevono un taglio drastico, quantificato in 0.8 litri/100 km sulla 911 meno potente. Ancora meglio sa fare Porsche 911 Carrera S, che si accontenta di 7.7 litri/100 km, 1 litro meno rispetto al modello oggi in commercio, con un cuore da 3.8 litri. I 400 cavalli diventano 420 e la coppia da 440 a 500 Nm. Le differenze tra le due 911 si sintetizzano con turbocompressori diversi, uno scarico specifico a vantaggio della S, accompagnato da una gestione termica del propulsore ottimizzata. Particolari che le permettono di essere la prima Carrera S ad abbattere il muro dei 4 secondi, per l'esattezza 3"9 con il cambio PDK. Un battito di ciglia più lenta è la 911 "base", accreditata di un 4"2 (due decimi di miglioramento sul vecchio modello) con il cambio doppia frizione e il pack Sport Chrono. La novità introdotta da quest'ultimo risiede nel selettore delle varie modalità di guida, derivato da Porsche 918 Spyder e con i settaggi Normal, Sport, Sport Plus e Individial a disposizione del guidatore. Ciascuno interviene sulla taratura delle sospensioni PASM, dei supporti dinamici del motore, del cambio e dello scarico. Porsche Active Suspension Management che diventa di serie su tutte le Carrera e ribassa il telaio di 10 millimetri. Restando sul "manettino", quanti opteranno per il cambio PDK avranno un'ulteriore modalità: Sport Response Button, grazie al quale, per 20 secondi, il powertrain della 911 viene settato per la massima accelerazione. Essendo supersportiva a tuttotondo, Porsche 911 Carrera pensa anche all'impiego quotidiano, proponendo un sistema di sollevamento dell'avantreno di 40 millimetri, operazione completata in 5" appena e particolarmente utile quando si devono superare gli ostacoli tipici della giungla cittadina. Detto degli interventi tecnici salienti, del downsizing che fa bene ai consumi (-12% su coupé e cabrio), ci sono gli interventi di stile da raccontare. In particolare, i nuovi fari anteriori con luci diurne a led a 4 punti, il diverso disegno delle maniglie sulle portiere, il posteriore con un paraurti modificato, al pari dei terminali di scarico, delle luci e della griglia di raffreddamento sul cofano motore.

Le foto di Porsche 911 Carrera e Carrera S

A bordo, la novità è costituita dal sistema di infotainment Porsche Communication Management System, incentrato su un display multitouch da 7 pollici, con un feedback e funzioni assimilabili a quelle di uno smartphone, essendo possibile anche la scrittura a mano. Smartphone che trova posto in un alloggiamento specifico all'interno del bracciolo sul tunnel, posizionamento ideale anche per la ricezione del segnale. La connettività di bordo implementa anche una rete LAN wireless, alla quale collegare i propri dispositivi. Sul versante software, invece, Porsche Communication Management System ingloba Apple Car Play, Google Street View e Google Earth. Ultima chicca, il volante. E' stato ridotto il diametro, fino a 375 millimetri, lasciando un'ulteriore opzione, l'optional GT porta in dote un comando da 360 millimetri. La gamma coupé e cabrio di Porsche 911 Carrera e Carrera S sarà sul mercato da metà dicembre, con questi prezzi di listino: 100.362 euro Porsche 911 Carrera coupé 114.880 euro Porsche 911 Carrera S coupé 113.782 euro Porsche 911 Carrera cabrio 128.300 euro Porsche 911 Carrera S cabrio Fabiano Polimeni