Al Salone di Ginevra 2016 sarà da studiare attentamente, perché, tecnica a parte, Honda Civic Hatchback Prototype si annuncia con interessanti dettagli stilistici. Un concept che anticipa le forme definitive della Civic 5 porte di decima generazione, ovviamente con alcuni particolari più accentuati, per fare scena. Difficilmente ritroveremo sulla compatta attesa a inizio 2017 l'elaborato paraurti che caratterizza il posteriore, nel bozzetto ufficiale diramato da Honda. Così come il doppio scarico centrale. Particolari magari riservati alla futura Type-R. Anche ripulendo alcune linee, Honda Civic Hatchback Prototype lascia intuire il potenziale giusto per rilanciarsi nel segmento C. Sarà la novità principale dello stand Honda, il modello che dovrà ottimizzare la capacità produttiva dell'impianto inglese di Swindon, l'unico nel quale sarà prodotta ed esportata globalmente la cinque porte, con il contemporaneo spostamento in Canada della produzione di Honda CR-V. Honda ha investito ben 200 milioni di sterline sull'impianto inglese e si attende un ritorno in termini di vendite decisamente superiore a quello ottenuto con la nona generazione. Se negli USA la berlina quattro porte è già realtà, da lì si può partire per tracciare i contorni del modello europeo. Telaio irrigidito del 25% rispetto alla Civic oggi a listino, sospensioni posteriori indipendenti, un frontale che sarà più sobrio e tradizionale, mentre a bordo la multimedialità prevede l'integrazione con tutti gli standard più recenti di connettività con lo smartphone. Il teaser del concept rivela la continuità stilistica nella scelta del profilo che unisce i gruppi ottici e attraversa il lunotto; fari posteriori a C, spigolosi, un andamento del tetto con due gobbe accennate. Per il momento, ci dobbiamo accontentare di uno solo dei due volti di Civic. Avrà anche i "motori giusti" per giocare la partita con rivali del calibro di Opel Astra, Renault Megane, Volkswagen Golf, solo per citarne alcune: turbo benzina in due diverse cubature, mille e millecinque, declinati in più step di potenza, ai quali affiancare il turbodiesel 1.6 litri i-DTEC, oggi offerto in versione 120 cavalli su Civic, ma con l'alternativa prestazionale, biturbo, da 160 cavalli su CR-V, a portata di mano. Accanto a Honda Civic Hatchback Prototype, il marchio nipponico porterà a Ginevra anche la fuel cell Clarity e un un concept su base Honda Jazz, ribattezzato Keenlight, pensato per esporre le possibilità di personalizzazione dell'utilitaria monovolume. Fabiano Polimeni