PSA ha presentato la sua nuova strategia di elettrificazione, imperniata sulle due piattaforme modulari che porteranno al lancio di una gamma di auto elettriche e ibride benzina plug-in a partire dal 2019.

Piattaforma CMP “Common Modular Platform”: sviluppata insieme a Dongfeng Motor, percity car, berline di punta della gamma e SUV compatti. La versione elettrica e-CMP, finanziata da entrambi i partner, permetterà di proporre unanuova generazione di veicoli elettrici versatili e spaziosi, con autonomia di guida fino a 450 km, e con ricarica ultra rapida che assicura fino a 12 km di autonomia per ogni minuto di ricarica. A partire dal 2019, saranno commercializzate quattro versioni elettriche.

Piattaforma EMP2 “Efficient Modular Platform”: per i modelli compatti e premium, lanciata nel 2013 con le Citroën C4 Picasso e Peugeot 308, e successivamente in Cina nel 2014. Apartire dal 2019, la struttura permetterà di produrre i primi modelli ibridi a benzina ricaricabili dotati di notevoli prestazioni:

  • modelli SUV e CUV con motricità elettrica ad alte prestazioni 4x4
  • autonomia di 60 km in modalità elettrica
  • abitabilità (passeggeri e bagagliaio)
  • consumo in città (40% in meno rispetto a un modelloesclusivamente termico)

Per facilitarne l’utilizzo, l’offerta ibrida ricaricabile sarà proposta con un dispositivo di ricarica in 4 ore e un’opzione di ricarica rapida in meno di 2 ore.  

Dal 2019 al 2021, saranno lanciati progressivamente sette veicoli ibridi ricaricabili.