Cambia sostanzialmente aspetto, la berlina media secondo Skoda. Octavia 2017 arriverà sul mercato italiano nei primi mesi del prossimo anno, con un restyling che ne riscrive profondamente il frontale, ispirato da alcuni tratti sperimentati su Skoda Kodiaq. La calandra modifica la cornice cromata e si presenta maggiormente in rilievo, invariati i profili verticali, fatta eccezione per la porzione centrale chiusa. L'intervento più importante riguarda, però, i fari. 

Si potrebbe pensare a una riedizione dello stile adottato da Mercedes Classe E serie W212, ma le scelte operate dal team diretto da Jozef Kaban vanno in un'altra direzione. Dal proiettore unico della Octavia attualmente sul mercato si passa a due elementi staccati sì, con la particolarità di quello aderente alla calandra che ne copia le forme e le prosegue idealmente in larghezza. In una visione d'insieme dà l'impressione di un'ampiezza maggiore della griglia. 

Le linee geometriche e spigolose caratterizzano la recente produzione Skoda e la Octavia, giunta a metà ciclo di vita (è sul mercato dal 2012 l'attuale generazione), prova ad adeguarsi, perlomeno all'anteriore. Design a parte, la novità importante legata al gruppi ottici è nell'offerta di proiettori full led a richiesta

Evoluzione anche per quanto riguarda la multimedialità, perché debutta lo schermo nella versione da 9,2 pollici e totalmente in vetro, quest'ultima caratteristiche accomuna sia la versione più ricca Columbus che le altre tre proposte, da Swing a Bolero ad Amundsen (insieme a Columbus integra il navigatore). Dimensioni e fattura a parte, per tutti c'è la tecnologica capacitiva nell'interazione con lo schermo. 

La connettività tramite hotspot WLAN è di serie sul sistema Columbus, mentre resta un optional la scheda sim su rete veloce LTE per accedere a internet. Dalla tecnologia legata alla multimedialità e servizi telematici - racchiusi nello Skoda Connect, diviso in Infotainment Online e CareConnect - all'evoluzione dei dispositivi di assistenza alla guida, in particolare l'integrazone del sistema di protezione dei pedoni di tipo predittivo, integrato sul Front Assist, che interviene con la frenata automatica d'emergenza se a rischio incidente. Ottimizzato poi il sistema di parcheggio assistito - completato dalla telecamera posteriore di parcheggio -, mentre un radar posteriore dà le informazioni necessarie al funzionamento del Blind Spot Detection e del Rear Traffic Alert. Quanti, invece, sfrutteranno le capacità di traino di Octavia berlina e wagon potranno contare sull'assistenza al traino, che gestisce l'auto in retromarcia, intervenendo sul volante, nelle operazioni a bassa andatura. 

Ampia scelta sul fronte della personalizzazione, a partire dai set di cerchi in lega, proposti tra i 16 e 18 pollici di diametro; interessante è anche la memorizzazione di parametri di utilizzo dell'auto secondo le proprie preferenze, possibile grazie a una chiave d'avviamento sulla quale registrare il "set-up" che ritaglia l'auto su quelle che sono le necessità di ciascun guidatore. Accessori ora disponibil su Octavia sono il volante riscaldabile, i tavolini nel retro degli schienali dei sedili anteriori, i portabottiglie in grado di facilitare l’apertura di bottiglie di plastica e la torcia rimovibile nel vano bagagli della Octavia station wagon.