Tre varianti di carrozzeria, quattro allestimenti, sei motorizzazioni. E' un rinnovamento che coinvolge l'intera offerta, quello di BMW Serie 4, pronta a debuttare sul mercato con le rivisitazioni apportate dall'aggiornamento di metà carriera il prossimo marzo. Inutile sforzarsi alla ricerca di marcate differenziazioni stilistiche. L'impianto vincente della sportiva declinata nelle forme di coupé classica, Gran Coupé quattro porte - con un'apertura del bagagliaio molto più ampia e favorevole - e cabriolet non cambia.

Uno sguardo dritto negli occhi e forse, i più attenti, noteranno la differenza principale. Via i proiettori bi-xenon, arrivano i bi-led a illuminare la strada, proposti di serie, mentre farà parte del pacchetto di optional il faro adattivo. A led saranno anche i fendinebbia nonché le luci posteriori. All'offerta base si affiancano gli step Advantage, Sport, M Sport e Luxury. Relativamente a quest'ultimo e al livello Sport, da segnalare il paraurti anteriore e posteriore impreziosito da un profilo cromato.

BMW M4 resta sempre al vertice per cavalli e prestazioni - ovviamente aggiornata con i medesimi contenuti che caratterizzano le altre versioni -, l'offerta di motorizzazioni "normali" prevede sei unità condivise tra coupé, cabrio e Gran Coupé, in un arco di potenze tra i 184 cavalli della 420i Twin Power Turbo e i 326 cavalli della BMW 440i. Estremi alimentati a benzina, tra i quali si colloca BMW 430i, con 252 cavalli, e la triade di propulsori a gasolio - 420d con 190 cavalli, 430d da 258 cavalli e 435d xDrive da 313 cavalli -. Il "restyling" porta con sé anche interventi sulla taratura delle sospensioni e il feeling offerto dal volante, in BMW anticipano un rollio ridotto e maggior stabilità sul dritto.

A bordo di Serie 4 le novità sono rappresentate essenzialmente dal navigatore Professional con schermata configurabile, una struttura su sei "quadrati" gestibili a piacimento dal guidatore e integrati dai servizi con informazioni in tempo reale, nonché dalla strumentazione dietro il volante ritagliabile su tre differenti stili: Comfort, Eco Pro e Sport, ciascuna con indicazioni specifiche offerte negli spazi tradizionalmente dedicati a tachimetro e contagiri. La Eco Sport, in particolare, si concentra sui dati legati al risparmio di carburante, il recupero d'energia e la quota di utilizzo del propulsore.

La connettività a bordo passa dalla possibilità di avere l'hot-spot a richiesta, così come la compatibilità dell'infotainment con Apple CarPlay, l'offerta del vano di ricarica a induzione dello smartphone - collegabile all'antenna del veicolo per una miglior ricezione del segnale - e la disponibilità di due prese USB. Rivisitazioni alle cuciture in plancia, nuove proposte di colori sui sedili e modanature sulla plancia completano l'elenco di interventi.