Ferrari, due nuovi modelli per il 2019 e mai V12 turbo

Ferrari, due nuovi modelli per il 2019 e mai V12 turbo
Marchionne detta la road map. Il motore principe non sarà mai turbo. Il Cavallino per arrivare a 10.000 esemplari l'anno punta al mercato Asia-Pacifico

di Francesco Forni

4 maggio 2017

Marchionne vuole una Ferrari sempre esclusiva, ma capace di soddisfare tutti i desideri dei suoi specialissimi clienti. Cerceando di crescere in Oriente. Questo in sintesi il pensiero del presidente, che dopo gli ottimi dati del primo trimestre 2017 (oltre 2.000 auto consegnate) punta ancora più in alto.

A fine 2017 sarà presentato un piano dettagliato per il futuro, una sorta di road map per arrivare ai 10.000 esemplari annui, rimanendo sempre nell’eccellenza. Traguardo difficile, ma possibile solo diversificando, con l’obiettivo di mantenere la mitica immagine.

Il V12 non sarà mai turbo. Due nuovi modelli saranno presentati nel il 2019. Rimarrà il grande V12, che non sarà mai sovralimentato. Ma ci sarà una variante ibrida. I nuovi powertrain avranno quindi novità. Marchionne non ha dato nomi e identità ai nuovi prodotti. Sia V12, sia V8, che punteranno su design e tecnologia raffinata, più che sulle prestazioni estreme. Che saranno mantenute da altre Rosse. Un secondo filone interno, che in Ferrari contano sia d’oro. Ma non ci saranno altri brand, come fu per la Dino più di quaranta anni fa.

Nessun SUV all’orizzonte, come invece Urus, fondamentale, per Lamborghini, ma solo auto sportive e GT, per sfondare nel mercato Asia-Pacifico. Dove Maserati piace, ma soprattutto dove Ferrari può aumentare quel 25-30% le sue vendite globali proprio con modelli più improntati allo stile e anche con un tocco più green.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi