Maometto va alla montangna. Se la Cina vuole produrre l'auto elettrica low cost, Elon Musk va a produrre le sue Tesla elettriche nell'Estremo Oriente.

Le Model S, Model X e Model 3 saranno prodotte in Cina. Questo sarebbe il piano e la notizia arriva dagli USA. Lanciata da Bloomberg, network autorevole, e ripresa Oltreoceano poiché cita fonti vicino al Gruppo californiano.

Elon Musk starebbe per completare un accordo col governo della città di Shanghai. Il più grande polo industriale cinese, uno dei centri nevralgici economici mondiali.

Altro che low cost, Tesla avrebbe intenzione di continuare a produrre le sue auto elettriche. Quindi alto di gamma, o in ogni modo al vertice per tecnologia. E' chiaro che la ricerca di sinergie con produttori locali -obbligatorie per produrre in Cina - sarebbe la chiave per entrare nel mercato più grande nel mondo e per abbassare i prezzi di produzione. E di evitare una tassa del 25%, grazie all'assemblamento in loco. La zona individiata sarebbe nel comparto Lingang, enorme polo manufatturieo.

Due piccioni con una fava? La potenzialmente sterminata clientela cinese potrebbe costituire un acceleratore incredibile per la crescita di Tesla. Che ha già trovato terreno fertile nella Repubblica Popolare, perché nel 2016 i ricavi sono stati di un miliardo di dollari.

La Cina vuole elettrificare una percentuale molto maggiore dei trasporti. Elon Musk vuole fare di Tesla un produttore auto di massa. Il matrimonio è d'interesse e le basi sembrano esserci. Il futuro ci darà gli sviluppi.