Un’alternativa a Serie 2? In parte, perché gioca con le carte di Serie 1. BMW Serie 2 Gran Coupé introduce nel segmento C premium la visione di carrozzeria sportiva ma senza troppi sacrifici sull’abitabilità interna che è già parte delle “Serie” superiori.

La differenza è nella proposta tecnica. Architettura di nuova Serie 1, piuttosto che di Serie 2 Coupé: quindi, motore anteriore trasversale e trazione anteriore, su Serie 218i e 220d, xDrive per il vertice delle prestazioni, M235i. L’uscita sul mercato è prevista nel mese di marzo, mentre l’esordio in pubblico avverrà a novembre, palco del Salone di Los Angeles.

DIMENSIONI, PASSO INVARIATO

Dove Serie 2 Coupé resterà una rarità, per la trazione posteriore, Serie 2 Gran Coupé sviluppa lo spazio di Serie 1, incrementa la lunghezza di 20 centimetri (a passo invariato, da 2,67 metri) e crea un profilo coupé quattro porte apprezzabile.

L’essenza coupé è in dettagli come i finestrini privi di cornice, l’andamento del tre quarti posteriore rastremato sulla coda, i fari a sviluppo orizzontale (full led di serie, adattivi a richiesta).

Leggi anche: BMW Serie 1 elettrica, una i1 è nei piani

I dati più importanti legati all’abitabilità, nel confronto con Serie 2 Coupé, dicono di 33 mm di spazio in più all’altezza delle ginocchia, per i passeggeri posteriori, 430 litri di volume nel bagagliaio (+40 lt) - apribile anche con gesture, se dotato dell’optional Comfort Access, 12 mm di riposizionamento dei sedili, posti più in alto.

HI-TECH D'ECCELLENZA

L’intero corredo tecnologico, tra assistenza alla guida, infotainment e servizi connessi, replica i contenuti del Driving Assistant BMW, del Parking Assistant con “memoria” delle manovre per ripeterle in retromarcia, del BMW OS 7.0 con assistente personale intelligente.

SOSPENSIONI E MOTORI

La personalizzazione estetica passa dai contenuti delle versioni M Sport, con sospensioni ribassate di 10 millimetri, dai terminali di scarico specifici su M235i xDrive, dalla gamma di cerchi in lega tra 16 e 18 pollici, con i 19” di serie sulla più potente tra le Serie 2 Gran Coupé.

Delle sospensioni va detto come lo schema posteriore preveda un multilink e ammortizzatori, a richiesta, adattivi sulle quattro ruote. Elettronica, fronte sul quale sottolineare il controllo del pattinamento, ottimizzato dal ricorso a un dispositivo di monitoraggio e intervento posto direttamente sulla centralina del motore e non del controllo di stabilità.

Leggi anche: Serie 1, la sportività nell'era della trazione anteriore

I numeri più importanti, al capitolo prestazioni, sono ottenuti dai 306 cavalli del 2 litri Twin Power Turbo di BMW Serie 2 Gran Coupé. Cambio Steptronic 8 marce di serie, trazione xDrive con differenziale anteriore Torsen, assetto con strutture supplementari di irrigidimento dell’asse posteriore: fa i 250 orari di velocità massima e accelera in 4”9 da zero a cento, numeri che la vedono primeggiare sulle altre due proposte di motorizzazione previste al lancio.

BMW 218i Gran Coupé monta un millecinque turbocompresso da 140 cavalli e 220 Nm (215 km/h; 8”7. Consumi di 5,7 lt/100 km) ed è collegata a una trasmissione manuale 6 marce, di serie, con l’alternativa di un doppia frizione 7 marce.

BMW 220d Gran Coupé è un bel bilanciare prestazioni assolute e consumi, con 4,5 lt/100 km dichiarati nel ciclo combinato. I 190 cavalli e 400 Nm del 2.0 diesel consentono uno scatto in 7”5 da 0 a 100 orari e 235 km/h di velocità massima.