Arriva la prima Ford elettrica: e che Ford! È una Mustang, o meglio la versione sport utility di una Mustang. Si chiama Mach-E, ha due motori elettrici (uno per asse ruota), 385 cavalli di potenza e autonomia compresa fra 420 e 600 km a seconda delle capacità delle batterie (nel ciclo Wltp). È la prima auto elettrica moderna di Ford con cui il marchio dell’ovale va all’attacco di Jaguar I-Pace e Tesla. È potente, sportiva e iperconnessa alla rete.

Presentazione spaziale

La Mustang Mach-E (il nome si pronuncia “ma-chi”) è stata presentata a Los Angeles, in una serata glamour allestita dentro l’hangar di un aeroporto privato che sorge a pochi metri dalla sede di Space X, il progetto spaziale di Elon Musk, il proprietario della Tesla. Per molti non è stata una coincidenza, ma un preciso guanto di sfida lanciato da Ford al marchio californiano che ha diffuso nel mondo l’auto elettrica di nuova generazione e che adesso subirà la concorrenza anche di Mustang. Non a caso Ford ha voluto usare per la Mach-E questo marchio invece che quello principale. Apposta per sottolineare che questa nuova elettrica possiede grandi valenze sportive.

Svolta elettrica

Mustang è il brand sportivo per eccellenza di Ford, rappresentato dall’icona di un pony al galoppo, un cavallo di piccola taglia rapido e scattante, sagomato sulla coda e sul muso di tutte le Mustang al posto dell’ovale blu, logo della casa madre.

La Ford Mustang nacque nel 1964 come coupé sportiva di taglia media e dal prezzo abbordabile per distinguersi dalle altre grosse muscle car americane. Ebbe un successo clamoroso e da allora sono nate sei generazioni di Mustang, sempre più muscolose e potenti. Ma la Mustang Mach-E segna davvero una svolta. Perché dopo 55 anni la Mustang reinventa se stessa con la propulsione elettrica.

Come è fatta

La Mustang Mach-E è un Suv lungo 4,71 metri (qualche cm più della Jaguar I-Pace) dalla linea sinuosa e una somiglianza indiscutibile con la famiglia Mustang, sottolineata da particolari come il classico muso a squalo (anche se il cofano è più alto) e dai fari posteriori a tre barre verticali, un design che è icona delle Mustang fin dal primo modello del 1964. In America sarà realizzato in diverse versioni e allestimenti ma in Europa e in Italia la nuova Mustang Mach-E arriverà verso fine ottobre 2020 in quattro modelli: a due ruote motrici, spinta da un solo motore elettrico da 210 kW (285 cv), e poi in versione AWD, ovvero a trazione integrale perché possiede un secondo motore elettrico sull’avantreno da 50 kW (68 cv) che aziona l’asse anteriore e porta la potenza complessiva a 335 cavalli.

Ognuno dei due modelli di Mach-E sarà poi disponibile con due diverse batterie: una standard da 77 kWh e una maggiorata a lunga autonomia da 99 kWh. La batteria di maggior capacità sulla Mustang “Mach e” incide per quasi 600 kg di peso ma nonostante questo il Suv elettrico mantiene un comportamento dinamico piuttosto sportivo perché i progettisti hanno  collocato la batteria nel pianale, riuscendo ad abbassare il baricentro a tutto vantaggio della stabilità e della agilità di guida.

Ricarica smart

Ford, per agevolare la ricarica delle auto, ha realizzato una app FordPass che consentirà ai suoi utenti, utilizzando la connettività di bordo e l’app sul telefono, di accedere alla più vasta rete di stazioni di ricarica pubblica in Europa, composta da oltre 125mila colonnine.

Inoltre essendo fra i soci fondatori della rete di ricarica veloce Ionity, i possessori delle Mach-E potranno accedere alla rete di colonnine veloci da 150 kW che in soli 10 minuti di ricarica permetteranno di acquisire 93 km extra di autonomia.

Sul mercato nel 2020

Poiché la Mustang Mach-E arriverò sul mercato soltanto verso l’autunno inoltrato del 2020, è ancora prematuro parlare di prezzi, ma come abitudine Ford non saranno proibitivi: dovrebbero collocarsi per le varie versioni in una finestra fra 45 e 65mila euro. Se così fosse risulterò l’auto elettrica di taglia grande più abbordabile sul mercato.

Ma siccome non può esistere una Mustang senza una versione GT, per chi ama la massima potenza arriverà un modello GT della Mach-E. Si riconoscerà per la griglia anteriore che invece di essere piena come su tutte le auto elettriche e come sugli altri modelli Mach-E, avrà l’effetto di vera griglia a nido d’ape grazie a una speciale verniciatura in 3D. La Mach e GT monterà due motori elettrici più potenti per un totale di 465 cavalli e ben 830 Nm di coppia. Valori che permetteranno alla GT di accelerare da zero a cento in meno di 5 secondi.

Interni stile Tesla

Dove la Mach e sembra smaccatamente ispirata alla rivale Tesla è negli interni: al centro dell’abitacolo campeggia un gigantesco e avveniristico display verticale da 15,5 pollici che funge da centro di controllo e intrattenimento dell’automobile.

Tutti i comandi sono demandati a questa console; ma trattandosi di un’auto rivoluzionaria, anche il modo di interagire con la macchina sarà tutto nuovo: Ford ha evoluto pesantemente il proprio sistema Sync che ora possiede vere capacità di intelligenza artificiale e il guidatore potrà interrogare l’auto per ogni necessità con il comando “OK Ford” come si farebbe con qualsiasi assistente digitale: da Siri, ad Alexa, a Google.