Raddoppia l’offerta ibrida plug-in di BMW nel segmento dei suv compatti. Il progetto BMW X1 xDrive25e sarà il primo ad arrivare su strada, seguito subito dopo da BMW X2 xDrive25e. Un ibrido plug-in dalle specifiche tecniche condivise tra i due modelli, entrambi a beneficiare dell’evoluzione tecnologica prodotta sul pacco batterie agli ioni di litio, da 10 kWh (8,8 kWh netti).

X2 è prodotto che strizza l’occhio a una clientela giovane, da conquistare con un design sportiveggiante, appeal da sommare ai contenuti dell’ibrido plug-in con un’autonomia di marcia in elettrico che può arrivare fino a 57 km.

I tempi di ricarica

I consumi energetici dichiarati sono di 14,2 kWh/100 km e le operazioni di ricarica sono comprese tra le 3 ore e poco più necessarie utilizzando il Wallbox BMW i (2 ore e mezza per l’80% della capacità complessiva) e le quasi 5 ore richieste dall’operazione svolta collegando l’auto alla presa domestica da 230 volt a 16A. “Traguardo” intermedio è quello delle circa 4 ore per l’80% di carica dalla presa a 230v.

Motore benzina e asse posteriore elettrico

Il sistema ibrido plug-in si compone del motore turbo benzina 1.5 litri, abbinato al cambio automatico 6 marce Steptronic. L’unità sviluppa 125 cavalli e 220 Nm, scaricati sulle ruote anteriori. Al retrotreno opera il motogeneratore elettrico da 95 cavalli e 165 Nm, installato sull’asse e con il pacco batterie posizionato sotto i sedili.

L’apporto di motore termico ed elettrico assicura una potenza di sistema pari a 220 cavalli e 385 Nm di coppia, gestita dalla modalità di guida Auto eDrive, nella quale l’elettronica esamina i dati del navigatore satellitare per ottimizzare l’impiego della parte termica e di quella elettrica. Non solo nell’utilizzo dell’energia ma anche nella strategia di recupero.

Modalità elettrica o solo termico

In modalità Max eDrive, invece, X2 ibrida plug-in (come X1) si muove in elettrico e lo fa con una velocità massima limitata a 135 km/h; terzo scenario di guida, la possibilità di salvaguardare la carica della batteria e utilizzare il suv esclusivamente con la spinta del motore benzina 1.5 litri.

Clima a controllo remoto

Le versioni ibride plug-in di X1 e X2 prevedono una dotazione di base arricchita, con il climatizzatore bi-zona standard. Non manca la possibilità di regolare la temperatura all’interno da remoto, grazie ai servizi BMW Connected e l’energia fornita dal pacco batterie.

Prestazioni, accelerazione vispa

Dichiara prestazioni vivaci la versione xDrive25e di BMW X2, specialmente sullo scatto da fermo: 6”8 per coprire i 100 orari, è 1 decimo più rapida di X1. Una prontezza equiparabile alla spinta del diesel 2 litri 231 cv. Meno esaltante è il valore assoluto della velocità massima, fissato in 195 km/h. In compenso, le emissioni di Co2 delle due ibride plug-in si attestano sui 47 g/km, con un consumo di carburante medio dichiarato in 2,1 lt/100 km (valgono sempre i distinguo necessari in materia di ibride plug-in e livello di carica della batteria).