Renault Megane restyling 2020 sale di Livello. Lo fa su più campi, dall’introduzione dell’ibrido plug-in E-Tech allo sviluppo di Adas di Livello 2.

Sono i contenuti maggiormente in risalto, che affiancano una gamma adesso con l’allestimento RS Line in sostituzione della GT Line e l’incremento di potenza di Megane RS, elevata allo status della RS Trophy quanto a potenza del motore 1.8 litri turbo benzina.

Adas di Renault Megane 2020

Con ordine, però, e con priorità alle novità che avranno maggiore diffusione, è sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida che Megane berlina e station wagon compiono un bel progresso. Detto del miglioramento dei sensori radar, la novità è nell’Highway e Traffic Jam Companion.

Un dispositivo che opera tra 0 e 160 km/h, abbinando il funzionamento del cruise control adattivo con funzione stop&go al Lane Centering Assist. L’Adas è proposto su tutte le motorizzazioni con cambio doppia frizione EDC e su Megane E-Tech ibrida plug-in; il funzionamento prevede ovviamente che il guidatore tenga almeno una mano sul volante e monitori quanto accade intorno al veicolo. L’operatività è pensata per svilupparsi in autostrada e nella marcia nel traffico: velocità e controllo della traiettoria all’interno della corsia sono assicurati dall’elettronica.

E’ l’evoluzione di punta degli Adas, cruise control adattivo proposto sul restyling anche con la funzione stop&go, per ripartenze automatiche dopo una fase di completo stop dell’auto. La frenata d’emergenza guadagna il rilevamento dei pedoni, mentre l’avviso al superamento di corsia involontario è completo della correzione sul volante a velocità oltre i 60 km/h.

Ibrido plug-in E-Tech di Megane

Renault Megane restyling, in uscita sui mercati europei a partire dalla prossima estate, introdurrà anche un importante tassello green. L’ibrido plug-in E-Tech, già scoperto su nuova Clio e nuova Captur, si trasferisce pari pari sotto il cofano della berlina compatta.

Sul mercato arriverà per prima Megane station wagon ibrida plug-in, poi toccherà alla 5 porte. Un ibrido ricaricabile da 160 cavalli, motore benzina 1.6 litri aspirato e due motori elettrici. Il funzionamento è del tutto caratteristico, poiché prevede la possibilità di marcia full electric, la ricarica da parte del motore termico della batteria mediante un motore elettrico, oppure, con le tre unità di potenza a operare all’unisono.

Particolarità dell’E-Tech Renault è la presenza di un cambio meccanico, collegato al motore termico ma senza alcuna frizione. L’innesto del propulsore benzina nella linea di trazione dell’elettrico avviene grazie al motogeneratore elettrico numero 1, che “accorda” i giri motore e del cambio per un innesto fluido. Assenza della frizione ragione per la quale l’avvio dell’auto è sempre in modalità elettrica.

Quanti chilometri percorre a batteria, Megane E-Tech? I 9,8 kWh dell’accumulatore a 400 volt assicurano 50 km di autonomia in modalità elettrica nel ciclo misto, che diventano 65 km nel ciclo urbano. Attraverso il selettore delle modalità di guida MultiSense è possibile selezionare il modo Pure (100% elettrico), Sport (ibrido con tutti i motori attivi nella fase di trazione) o MySense, ottimizzato per la massima riduzione dei consumi (la gestione della batteria è tale da preservare la carica per passaggi in centri urbani).

Motori di Renault Megane 2020

La carrellata sul restyling 2020 di Renault Megane e le proposte di motorizzazione non può tralasciare l’offerta (confermata) dei turbo benzina 1.3 litri, con potenze da 115, 140 e 160 cavalli, ai quali si affiancherà in futuro una proposta “eco”, da 100 cavalli e cambio manuale 6 marce. Sul finire del 2020 sarà disponibile anche l’unità 1.0 Tce da 120 cavalli.

Fronte diesel, due livelli di potenza per l’1.5 BluedCi: 95 e 115 cavalli.

Megane RS, potenza da Trophy

Una piacevole novità, poi, andrà a soddisfare la voglia di sportività di chi sceglierà Renault Megane RS. Il motore 1.8 litri turbo guadagna 20 cavalli, arrivando a eguagliare i 300 cavalli di RS Trophy, così come il dato di coppia motrice passa da 390 a 420 Nm con cambio doppia frizione 7 marce (400 Nm il manuale). Le differenze tecniche tra Megane RS e la versione Trophy restano ancora nel telaio Cup appannaggio della Trophy, con differenziale Torsen, ammortizzatori e barra antirollio più rigidi.

Renault Megane RS Trophy-R, stupisce con i cerchi in carbonio

Non si esauriscono ancora le novità del restyling Megane. Marginali gli interventi stilistici, grafiche dei fari posteriori a led più accattivanti, la dotazione soprattutto di luci full led Pure Vision anteriori sin dall’allestimento base, colori della carrozzeria e design dei cerchi inediti.

Infotainment e strumentazione digitale

Il sostanziale rinnovamento interessa l’offerta di infotainment: alla specifica da 7 pollici si affianca l’opzione della multimedialità su schermo da 9,3 pollici e servizi connessi. Via app MY Renault sarà possibile localizzare l’auto, operare sulle portiere, le frecce e il clacson, nonché inviare un itinerario al navigatore. Quest’ultimo è dotato anche della funzione navigazione porta a porta: scesi dall’auto, le indicazioni per arrivare a destinazione proseguiranno sullo smartphone.

Accanto all’infotainment da 9,3 pollici – con i comandi del climatizzatore ridisegnati, ora dotati di oblò-display – si propone la strumentazione digitale con display fino a 10,2 pollici.