“Dalla pista alla strada”. “Una Formula con le ruote coperte”. Quante volte avete letto queste frasi riferite a una hypercar dalle prestazioni estreme?

Ecco, facile dirlo di qualunque sportiva estrema da oltre 1000 cavalli in commercio ora, ma rendere una frase fatta reale è qualcosa di diverso e maledettamente complicato.

Ne sanno qualcosa in Mercedes-AMG perché loro sì che hanno preso una monoposto da F1, la loro, per renderla a norma di codice della strada, ma hanno rischiato il ricovero in manicomio per farlo.

Cerchi un'auto usata? Guarda il nostro listino

I perché dei ritardi del progetto

La Mercedes-AMG ONE è stata presentata nel 2017, con le prime consegne promesse in 18 mesi, ma le cose non sono andate secondo i piani perché prendere la Power Unit realizzata nel 2016 per la W07, quella del Mondiale vinto da Rosberg e delle 19 vittorie su 21 GP per adattarla all’uso stradale, ha messo i tecnici di Affalterbach di fronte a tante sfide e problemi da risolvere.

Hamilton si esalta sulla Mercedes-AMG ONE

Poi, la pandemia da COVID-19 ha fatto il resto nell’aumentare i ritardi alla delibera del progetto.

I tedeschi, però, non si sono arresi. Superati al banco i problemi nati nel rendere il V6 1.6 turbo da oltre 1000 cv, completo di MGU-H (il sistema che recupera energia dal calore dei gas di scarico) e MGU-K (il dispositivo che recupera l’energia che si dissipa nelle frenate), rispettoso nelle norme anti-inquinamento e anti-rumore, capace di accendersi come un auto normale e non attraverso l’intervento di un’intero team di meccanici della scuderia di F1, ma soprattutto di farlo rendere a un regime di giri da vettura stradale in modo da essere guidabile non solo da un Campione del Mondo, la AMG One è tornata in pista per una nuova serie di collaudi, gli ultimi prima di consegnare i 275 esemplari già ordinati.

I test in pista

I tester hanno verificato come il complesso sistema di aerodinamica attiva della Mercedes AMG-ONE, confermi il tipo di efficacia studiato in galleria del vento in condizioni di utilizzo reali, oltre a collaudare la vettura nella modalità di guida 100% elettrica.

Mercedes, scopri qui la gamma completa

Ora ultimo step di prove previsto al Nürburgring e poi, dopo un’attesa che sembrava infinita, la vera F1 con le ruote coperte potrà scendere in strada nella sua veste definitiva.