Sul finire dello scorso anno rivelava la fase di sviluppo di un progetto Mini John Cooper Works elettrica impegnato al Nurburgring, su scocca GP3. Adesso, quell'idea torna a far capolino su Twitter e racconta in modo molto più chiaro quale sarà il perimetro nel quale agirà.

Mini futuro solo elettrico

Il marchio diverrà esclusivamente elettrico dal 2030, prima di allora introdurrà una Countryman elettrica nel 2023 e la nuova generazione della Mini Cooper. Quest'ultima è già apparsa su strada, nei test di sviluppo canonici per tutti i muletti. Ha rivelato un parabrezza più inclinato - a vantaggio dell'aerodinamica - dimensioni leggermente ridotte, specialmente lo sbalzo anteriore.

MINI Cooper restyling 2021, ecco come è fatta

Safety Car elettrica?

Ecco, in questo scenario di prodotto destinato alla commercializzazione nei prossimi anni, Mini John Cooper Works elettrica guarda alla pista. Su Twitter si mostra come una safety car, inequivocabile per le luci sul tetto. Non è l'unico particolare inedito rispetto al muletto presentato lo scorso dicembre, vista la presenza della terza luce di stop applicata sul diffusore, anch'esso piuttosto elaborato.

L'interrogativo, quindi, è naturale: in quale categoria delle competizioni verrà impiegata? BMW è attualmente fornitore della Safety Car in Formula E (nonché in MotoGP), dove il marchio uscirà a fine anno. Può essere questa Mini John Cooper Works un modello che vedremo nella serie elettrica? Andrà a essere impiegata nella serie monomarca Mini? O ci sarà un collegamento con l'impegno del Gruppo BMW proprio in MotoGP?

Non resta che attendere e scoprire gli sviluppi legati all'interpretazione John Cooper Works elettrica.