Porsche 911 Sport Classic, tributo alla storia

Porsche 911 Sport Classic, tributo alla storia

La Casa tedesca presenta una nuova serie limitata che si ispira ai modelli d'epoca della decade 60'-70'

di Redazione

28 aprile

La 911 Sport Classic è la nuova serie speciale in edizione limitata, realizzata dalla divisione Porsche Exclusive Manufaktur, la seconda annunciata di quattro che verranno, dedicate alle rievocazioni storiche della Casa. Non si tratta, però, di una filosofia improntata su tributi a versioni specifiche delle 911 passate, piuttosto qui c’è la la celebrazione dello spirito di un’epoca, di come l’anima di una decade abbia influenzato la creazione di generazioni della 911. Onorati, dunque, gli anni ’50 con la Targa 4S Heritage Design Edition, Stoccarda riporta in auge gli anni ’60-’70 prendendo spunti dal pinnacolo raggiunto dalla produzione Porsche di quegli anni, la Carrera RS 2.7 del ‘72, interpretando in chiave modera gli stilemi principali.

Porsche 911 Sport Classic

Porsche 911 Sport Classic

La Porsche 911 Sport Classic è una versione speciale della serie 992 che, caratterizzta da precise citazioni stilistiche, fa rivivere sulle linee moderne il carattere delle 911 anni '70

Guarda la gallery

Dalla “coda d’anatra” ai Fuchs, non manca nulla

Il tributo al periodo storico citato lo paga la 992 Turbo che, con dettagli mirati compie il tuffo nel passato. Dalle fiancate muscolose, specifiche della versione, sono state eliminate le prese d’aria del motore, per ricavare una linea più coerente con la moda dell’epoca. Il 6 cilindri boxer, però, riesce lo stesso a respirare perché rivisto nella disposizione dei componenti, in modo da attingere aria dalla griglia sopra il cofano posteriore. Zona della vettura dove fa bella mostra di sé lo spoiler fisso rigorosamente a coda d’anatra. Anche se si tratta di una vettura dedicata al piacere di guida d’altri tempi su strada, l’estetica della 911 Sport Classic è stata pensata per citare le connessioni della Casa tedesca con il motorsport come il tettuccio dalla doppia gobba e le grafiche della livrea composte dalle doppie strisce longitudinali racing e il “lollipop” - opzionale -  sulla portiera per il “numero di gara”. Altra grande citazione del passato sono i cerchi monodado, da 20” o 21”, ispirati ai mitici Fuchs, mentre l’unica concessione al presente sono i fari standard a matrice di LED che includono il Porsche Dynamic Light System. Infine le colorazioni disponibili sono esclusive per la 911 Sport Classic e sono: Sport Grey Metallic, Agate Grey Metallic, Solid Black e Gentian Blue Metallic.

I dettagli dell’abitacolo

Anche l’abitacolo è stato realizzato secondo gli stessi principi. I colori sono a contrasto con i rivestimenti in pelle che si alternano nelle tonalità Black/Classic Cognac, mentre dall’album dei ricordi è stata presa una chicca per gli inserti delle portiere e i sedili sportivi. Dalla 911 del ’65, infatti è stato preso lo schema a scacchi usato di recente solo nel 2013 per i 50 della 911 e poi ancora solo per il milionesimo esemplare uscito dalla catena di montaggio.

La strumentazione resta quella attuale, con i il contagiri unicol’unico elemento analogico del cruscotto, impreziosita però da molti dettagli che vengono dal passato. Ad esempio, è stato scelto un font e un colore classico per i numeri del fondoscalae per il quadrante del cronografo: esattamente le stesse grafiche in verde riprese dalla 365.

Porsche 911 Sport Classic, il pacchetto Heritage Design

Porsche 911 Sport Classic, il pacchetto Heritage Design

Per la Porsche 911 Sport Calssic è disponibile un particolare pacchetto optional, Heritage Design, che declina gli interni in due tinte, nero o Cognac, tipicamente anni '70

Guarda la gallery

Motore, la 911 Sport Classic è una sportiva da “manuale”

Sotto al vestito vintage, tante prestazioni moderne, ma nel rispetto della tradizione alla quale si ispira. Infatti il 3.7 biturbo scarica 550 cavalli sulle sole ruote posteriori tramite il cambio rigorosamente manuale a sette rapporti. Dettaglio che rende la 911 Sport Classic la Porsche più potente della gamma disponibile con il cambio manuale.

Altra chicca deriva dalle scelte fatte per l’insonorizzazione. Ebbene, alcuni materiali fonoassorbenti sono stati rimossi per lasciarsi coinvolgere ancora di più dalla voce del motore, resa ancora più intensa dal sistema di scarico sportivo rivisto per l’occasione.

L’assetto basa il suo equilibrio sul sistema di sospensioni attive (Porsche Active Suspension Management) che è lo stesso usato per le Turbo e le GTS installato di serie sulla vettura. Ma in questo caso, l’asse anteriore è stato rivisto rendendo meno rigide le molle per compensare la perdita dic arico dovuta all’assenza della trazione integrale. La dotazione standard, infine, si completa i freni carboceramici.

Prezzo e arrivo

Porsche realizzerà solo 1250 esemplari della 911 Sport Classic che è già ordinabile a partire dal prezzo (relativo al mercato tedesco) di 272.714 euro. Prime consegne in Europa previste per luglio 2022.

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi