Nuova Range Rover, sempre più Sport e senza paura

La terza generazione della declinazione sportiva del SUV britannico non ha paura di mostrare, ancora una volta, tutti i suoi muscoli

di Arturo Rizzoli

10 maggio

La prima Range Rover del 1970 era una due porte, col portellone. Era una vettura fuori dagli schemi, ma soprattutto con uno spirito sportivo evidente, oltre che elegante e da viaggiatrice. La terza generazione della Range Rover Sport si conferma fedele a tutto ciò, per sportività, stile e contenuti. Ha un design presenta tratti muscolosi e linee tese. Il muso è imponente e, per creare un piacevole contrasto, oltre che per dare dinamicità, sono stati scelti fari sottili. Dietro un gioco di linee tese e tagli netti dà dinamicità. Di lato invita a cercare i giochi di luce che fanno risaltare le nervature della fiancata.

Nuova Range Rover Sport

Nuova Range Rover Sport

Guarda qui tutte le foto della nuova Range Rover Sport

Guarda la gallery

La scheda tecnica

Le motorizzazioni, ovviamente al passo coi tempi, sono degne di questa regina per ogni terreno e situazione. Ecco la gamma: benzina 4.4 litri V8 da 530 cv; a benzina mild hybrid 3.0 litri 6 cilindri, da 360 e 400 cv; Diesel 3.0 litri 6 cilindri da 249, 300 e 350 cv; plug-in hybrid 3.0 litri 6 cilindri e un propulsore elettrico da 105 kW (142 cv) per potenze complessive di 440 o 510 cv e un’autonomia, garantita da una batteria da ben 38,2 kWh, di 113 km, nel ciclo WLTP, e indicata in 88 km in condizioni di normale uso quotidiano. Per la Range Rover Sport full electric si dovrà invece attendere il 2024.

Tanta tecnologia a bordo

La gestione della dinamica dei veicolo, è un concentrato della tecnologia presente nel mondo dell'auto. Le sospensioni pneumatiche hanno un sistema che, monitorando la strada davanti al veicolo, adatta in modo predittivo la pressione delle sospensioni per assicurare il comfort tipico di una Range Rover o la risposta dinamica che ci aspetta da una Range Rover Sport in ragione del programma di guida scelto. Ovviamente anche la gestione della trazione è intelligente e ulteriormente evoluta. In più ci sono anche le quattro ruote sterzanti. La vettura ha inoltre un controllo del rollìo come una berlina veloce e al tempo dispone di sistemi che consentono anche ai meno esperti affrontare, con relativa tranquillità, percorsi difficili, come le discesa fangose. Questo software raffinato è poi supportato da un hardware pensato anche per l'off-road più difficile: l’altezza dal suolo può arrivare a 28,1 cm, la capacità di guado è di 90 cm, ha l’angolo di attacco di 33 gradi, di dosso di 26,9 e di uscita di 30.

Abitacolo raffinato

All'interno, spazio e materiali di qualità sono la norma, a ciò si aggiungono: un impianto audio con 29 altoparlanti, un infotainement Pivi Pro, ulteriormente evoluto, con uno schermo da 13,1”, con implementata Alexa; inoltre troviamo un raffinato sistema di filtraggio dell'aria contro le polveri sottili, i batteri e gli allergeni.  

 Su Auto in edicola

Le prime consegne sono attese per settembre con le versioni SE che hanno prezzi a partire da 95.000 euro, l'entry level, con  un listino che si apre a 84.000 euro arriverà più avanti. 

Sul nuovo numero di Auto, in edicola il 14 maggio, vi aspetta il servizio completo.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi