Opel Astra Sports Tourer, la wagon compatta è anche ibrida plug-in

Opel Astra Sports Tourer, la wagon compatta è anche ibrida plug-in

Estetica sportiva, tanto spazio e consumi contenuti per la rinnovata familiare tedesca, per la prima volta anche “alla spina”

di Gianluca Guglielmotti

15 luglio 2022

Opel Astra Sports Tourer, l’ultima generazione si elettrifica nella nuova declinazione station wagon. Oltre alle motorizzazioni benzina e diesel, infatti, viene introdotto un powertrain ibrido plug-in (in attesa della versione full electric, in arrivo il prossimo anno) che garantisce bassi consumi grazie a una percorrenza in modalità 100% elettrica fino a 60 km. L’abbiamo testata in un primo contatto sulle strade intorno Russelsheim, città natale della Casa del Fulmine che nel 2022 celebra anche il suo 160° anniversario.

Opel Astra Sports Tourer, la prova su strada

Opel Astra Sports Tourer, la prova su strada

Guarda qui le foto della prova su strada della nuova Opel Astra Sports Tourer, disponibile anche in versione ibrida plug in

Guarda la gallery

Dinamica, spaziosa e tecnologica

Opel Astra Sports Tourer sfoggia un design sportivo, con forme nette e spigolose. Nonostante le dimensioni piuttosto contenute (è lunga 4 metri e 64 cm, larga 1 e 86 e alta 1,48) l’abitabilità interna risulta ottima per cinque persone grazie al generoso passo di 2 metri e 73 centimetri (+ 57 mm rispetto alla 5 porte e + 70 mm rispetto alla precedente generazione, anche se la lunghezza diminuisce di 60 mm). Il frontale è caratterizzato dal cosiddetto Opel Vizor, stilema ispirato alla vecchia Manta e inaugurato con Mokka: la mascherina a sviluppo orizzontale si interseca con la nervatura del cofano creando una “bussola” che ha come elemento centrale il logo del Fulmine (Blitz). Ai lati, i gruppi ottici Intelli-Lux Led Pixel a 168 elementi (84 per faro) permettono di modificare con precisione il fascio luminoso e hanno funzione di antiabbagliamento automatica. La vista laterale prosegue con linee dinamiche ed elementi caratteristici come i nuovi cerchi da 18 pollici e il tetto nero a contrasto; il posteriore, infine, segue lo schema del frontale, con logo Opel al centro e nome del modello a caratteri singoli nella parte inferiore del portellone elettroattuato, che ospita anche la targa (a differenza di quella della hatchback, posta sul paraurti); questo cela un vano bagagli con soglia a 60 cm e 516 litri di capienza, che diventano 1.553 abbattendo il divanetto posteriore frazionato 40:20:40. Le versioni diesel e benzina, oltre a una capacità superiore per via dell’assenza di pacco batterie (si va da circa 600 a 1.634 litri) possono essere dotate di piano di carico mobile e variabile Intelli-Space. Entrando in abitacolo la qualità percepita è elevata, soprattutto nell’allestimento top di gamma Ultimate, che porta in dote sedili in pelle e Alcantara con cuciture a contrasto: quelli anteriori, dotati anche di riscaldamento, ventilazione e massaggio (quest’ultimo solo per il conducente) sono ergonomici e certificati AGR per il massimo comfort anche sulle lunghe distanze. Ottimo anche il comparto tecnologico, con il Pure Panel che troneggia sulla plancia: si tratta di due schermi ad alta risoluzione da 10 pollici, uno per il quadro strumenti e l’altro, touch, per comandare il nuovo sistema di infotainment, che offre compatibilità Apple CarPlay / Android Auto wireless e assistenza vocale.

Prova su strada

La wagon compatta (ma sarebbe meglio chiamarla “caravan”, storica denominazione del produttore tedesco) è offerta sia benzina (1.2 tre cilindri turbo da 110 o 130 CV) che Diesel (1.5 quattro cilindri da 130 CV e 300 Nm), entrambi abbinabili a trasmissione manuale sei rapporti o automatica a otto marce; la novità, però, risiede nel powertrain ibrido plug-in composto da un propulsore benzina 1.6 quattro cilindri da 110 kW/150 CV e un elettromotore da 81,2 kW/110 CV; combinazione che porta a valori complessivi di 133 kW/180 CV e 360 Nm (in arrivo anche una versione da ben 225 CV), per prestazioni di buon livello unite a consumi contenuti. Abbiamo avuto modo di percorrere quasi 100 km proprio con la versione “alla spina”: alla guida, la Astra Sports Tourer ci ha colpito, innanzitutto, per la silenziosità dovuta all’efficiente lavoro di insonorizzazione, complice anche un Cx di 0,276. Nel nostro primo contatto ne abbiamo apprezzato anche il comfort di marcia grazie all’assetto morbido, ma dai limitati trasferimenti di carico, e gli ausili alla guida avanzati inclusi nel pacchetto Intelli-Drive: grazie al sistema di telecamere a 360° e sensori radar e a ultrasuoni, Astra Sports Tourer è dotata di guida semiautonoma, con funzioni quali cruise control adattivo con funzione stop & go e mantenimento attivo della carreggiata. Il cambio automatico EAT a otto rapporti è fluido, ma non rapidissimo nei passaggi di marcia; 3 le modalità di guida: Sport, per le massime performance; Hybrid, che sfrutta in maniera intelligente il sistema ibrido bilanciando prestazioni e consumi; Electric, per una marcia a zero consumi ed emissioni fino a 60 chilometri a velocità limitata a 135 km/h grazie alla batteria agli ioni di litio da 12,4 kWh, che si ricarica in AC in poco meno di due ore. Se la prima “mappatura” risulta poco indicata per la destinazione di utilizzo della vettura, alternando le altre due si riescono a registrare medie di consumo veramente notevoli: il computer di bordo, infatti, ha segnato 1 l / 100 km, risultato ottenuto con una guida abbastanza conservativa e rispettando i limiti di velocità. Attendiamo, nei prossimi mesi, il riscontro del nostro centro prove per dati definitivi.

Allestimenti e prezzi

La nuova Opel Astra Sports Tourer è già ordinabile in tre allestimenti, Elegance, GS Line e Ultimate: si parte da 26.650 euro per la versione benzina e cambio manuale, mentre l’ibrida plug-in ha un prezzo di partenza di 37.700 euro (l’esemplare da noi provato, full optional, supera i 40.000 euro). Come accennato a inizio articolo, nel 2023 debutterà anche la versione completamente elettrica, probabilmente denominata Astra-e, di cui non sono stati ancora resi noti prezzi o specifiche tecniche.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese