Un miliardo di euro di incentivi per l'automobile dal Governo nel prossimo decreto legge. Un cambio di passo rispetto ai soli 50 milioni di euro stanziati del decreto Rilancio: una elemosina, se ci passate il termine, che non aveva soddisfatto né incoraggiato un settore che vale, ricordiamo, il 10% del PIL. Questo miliardo sarebbe ovviamente rivolto all’ecobonus e agli incentivi per la rottamazione. 

L’agenzia Reuters ha indicato la cifra di un miliardo di euro di fondi per aiutare il settore auto all’interno di un nuovo decreto che prevede un totale di 20 miliardi di risorse, tra agevolazioni fiscali e fondi, rivolti a tutti i settori in difficoltà, soprattutto le autorità locali, gli enti pubblici, alla proroga della cassa integrazione, alle divieto di licenziamento, il rinvio delle scadenze fiscali.

Non si tratta di un provvedimento immediato, ma comunque imminente. Con l’approvazione in programma ad inizio agosto. Con il governo che deve ottenere l'appoggio parlamentare per aumentare l'obiettivo di deficit dal 10,4% fissato ad aprile all’11,6%.

La fonte governativa ha dichiarato a Reuters

"Un po 'meno di 1 miliardo di euro verrebbe utilizzato per rafforzare gli attuali incentivi per incoraggiare le vendite di automobili con motore a combustione avanzati e vetture elettriche e ibride.

Ovvero un potenziamento dei bonus attuali, secondo logica e non ideologia: tutte le auto Diesel, Benzina, GPL e metano Euro 6 e ovviamente il comparto delle elettrificate. Meglio tardi che mai: ma era quello che il settore chiedeva da aprile.

FCA, luglio di incentivi