Negli Stati Uniti ogni giorno si registrano nuovi record di contagi. Va da sé che anche il settore auto ne risente. Tra dubbi, tensioni e preoccupazione per il futuro. Tesla è in questo momento sotto l'occhio del ciclone. L'azienda di Elon Musk infatti pare abbia 130 dipendenti positivi al Coronavirus: le conseguenze di questa probabilità non si sono fatte attendere.

La gamma Tesla: consulta il listino completo di Auto

RISCHIO CONTAGIO: TESLA IN TENSIONE

La Casa statunitense, nella sua versione uffciale, predica calma e afferma che la situazione sia sotto controllo. Non ci sono prove per dire il contrario, ma la tensione, tra i dipendenti del Marchio, resta altissima. Tesla conta almeno 55.000 lavoratori: i probabili contagiati non ammontano che allo 0,25 % del totale, è vero, ma il numero, seppur basso, rappresenta lo stesso un potenziale pericolo di contagio per chiunque.

POTREBBE ARRIVARE UNO STOP ALLA PRODUZIONE?

Staremo a vedere come si evolverà la situazione per Tesla, che nel post-lockdown era stata tra le Case automobilistiche più virtuose e che adesso si ritrova con lo spauracchio di un temibile stop alla produzione. Anche se è ancora molto presto per immaginare tale scenario.

Tesla apre due nuovi store a Roma e Bologna