Porsche 911 GT3 vs 718 Cayman GT4 RS, numeri (e non solo) a confronto

Porsche 911 GT3 vs 718 Cayman GT4 RS, numeri (e non solo) a confronto

Condividono lo stesso motore boxer aspirato e prestazioni elevatissime. Non potrebbero essere però più diverse la 911 e la 718, differenze che emergono nei dettagli più corsaioli

25 novembre

Tra le due, nelle mani di piloti veri, su una pista vera come il Nurburgring, su 20,6 km affrontati spremendole al massimo, la differenza è nell'ordine dei 9 secondi e 3 decimi. Meglio: una differenza poco superiore ai 4 decimi al chilometro. Una gira in 6'55"2, l'altra in 7'04"5.

Ecco, se il parametro per giudicare e scegliere quale faccia al caso vostro, tra Porsche 911 GT3 (guarda il test) e Porsche 718 Cayman GT4 RS, è il cronometro, il confronto finisce pure qui. Sul piatto, la 911 GT3 mette tanto altro che si può apprezzare in un utilizzo specializzato in pista e giustifica il prezzo di listino di oltre 172 mila euro, contro gli oltre 147 mila euro della più potente e raffinata tra le 718 Cayman.

Porsche 911 GT3 2021

Porsche 911 GT3 2021

Porsche 911 GT3 2021 porta in strada il motore boxer aspirato 4 litri e numerose soluzioni ispirate dalle competizioni. L'aerodinamica è un valore aggiunto come mai prima per deportanza generata, al Nurburgring gira in 6'59" sui 20,6 km del tracciato. Il prezzo? Oltre 172 mila euro, optional esclusi.

Guarda la gallery

Motore

Ma se non è esclusivamente il dato cronometrico - che oltre la tecnica presuppone riusciate ad abbinare doti di guida e abilità nello sfruttare il corredo sviluppato da Porsche a Weissach - allora vale approfondire il racconto.

Vale andare oltre i numeri del motore, del boxer 6 cilindri aspirato, da 4 litri di cilindrata e in grado di allungare fino a 9.000 giri/min, zona rossa che appartiene a pochissimi propulsori sulla scena. Da un lato ci sono 510 cavalli e 470 Nm di coppia motrice, è il lato 911 GT3. Dall'altro, solidissimi 500 cavalli e 450 Nm. Numeri che portano prestazioni velocistiche molto vicine tra loro: 3"4 sullo zero-cento orari è un valore comune a entrambe, mentre la progressione sui 200 orari non è stata ufficializzata con la presentazione di 718 Cayman GT4 RS. La 911 GT3 impiega solo 10"8 per tagliare il traguardo, poi corre fino a 320 orari, dove la Cayman si ferma a 315 km/h.

Ma non è ancora il campo di vero confronto, considerato come siano velocità che non riuscirete a raggiungere in pista, se non con ampissimi spazi prima di staccare in fondo al dritto.

Assetto

Dove il vero confronto, la decisione su quale tra le due specialissime Porsche preferire, oltre al tema estetico-personale, è nella raffinatezza dell'assetto. Porsche 911 GT3 ha schemi da 911 delle corse, del progetto che corre il mondiale WEC. L'asse anteriore adotta la stessa sospensione, con doppi triangoli sovrapposti, superando il MacPherson e le inevitabili flessioni sotto carico, in curva, che soffre lo schema più comune e in dotazione alla 718 GT4 RS.

Ammortizzatore e braccetti lavorano separati, isolando torsioni che andrebbero altrimenti a variare angoli fondamentali delle ruote, impattando sulla prestazione più pura, il comportamento in curva. La Porsche 718 GT4 RS questa raffinatezza non ce l'ha, pur contando su un assetto specifico, più rigido e con i braccetti delle sospensioni su uniball, al pari della meno estrema (e costosa) 718 Cayman GT4.

Nuova Porsche 718 Cayman GT4 RS

Nuova Porsche 718 Cayman GT4 RS

Quando i 368 kW (500 CV) di un motore centrale ad alte prestazioni si abbinano a un peso a vuoto puristico di 1.415 chilogrammi, si ridefinisce il concetto di piacere di guida: la Porsche 718 Cayman GT4 RS è il nuovo modello top di gamma della famiglia 718 – un’auto da guidare senza compromessi, che risalta per la struttura leggera, un assetto del telaio particolarmente agile, un’aerodinamica sofisticata e un sound unico.

Guarda la gallery

Fibra di carbonio contro CFRP

Dove allunga ulteriormente e sa distinguersi, 911 GT3, è al capitolo materiali. Al CFRP, materiale composito di carbonio e resine, della Cayman GT4 RS risponde con la possibilità di avere il tetto in fibra di carbonio. In compenso, Cayman non delude con i cerchi in magnesio, optional del pacchetto Weissach.

Aerodinamica

Ancora, le differenze nette restano nel campo aeodinamico. La 911 GT3 ha un raffinato sistema di bilanciamento tra asse anteriore e posteriore, grazie alla configurazione variabile sia dell'ala posteriore, su quattro livelli, che del diffusore anteriore nella gestione deiflussi d'aria sotto il corpo vettura. Questo ha prodotto un incremento di carico deportante del 150% rispetto alla precedente generazione di 911 GT3. Altra nota distintiva, la possibilità di avere il cambio manuale 6 marce o il PDK 7 rapporti, dove la Cayman GT4 RS è esclusivamente abbinata al doppia frizione.

Porsche 911 GT3, arma da pista

Porsche 911 GT3, arma da pista

La 911 GT3 è un vero e proprio animale da pista e per portarla al limite c'è bisogno di un pilota d'eccezione. Jorg Bergmeister, manico che in carriera a trionfato a Le Mans, Sebring, Daytona e non solo, l'ha scatenata sul circuito tedesco di Bilster-Berg, guardate qui! La prova completa è sul numero 6 di Auto, in edicola dal 15 maggio

Guarda il video

Peso

Dove l'equilibrio va a vantaggio della Cayman, a parità di schema tecnico, quindi di cambio, è alla voce peso: 1.415 kg dichiarati contro i 1.435 kg di GT3, che solo in configurazione manuale raggiunge i 1.418 kg.

I valori di peso-potenza sono estremamente ravvicinati, 2,8 kg/cv contro 2,83 kg/cv, in favore della 911.

Il più profondo tra gli elementi distintivi, però, resta nelle tre cifre dei due modelli. 911 è la storia Porsche, un percorso che continuerà nella sua forma con motore termico negli anni a venire. 718 è una porta d'accesso al mondo Porsche diventata specialità sportiva come pochissime rivali possono vantare nel medesimo segmento e nessuna nelle forme GT4 RS. Comunque, altra cosa rispetto al mito.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi