Sogni un’auto elettrica? Affrettati, i benefici stanno per finire

Sogni un’auto elettrica? Affrettati, i benefici stanno per finire

La Norvegia, una delle nazioni europee con il più alto tasso di penetrazione di veicoli elettrici, sta considerando di ridurre o addirittura abolire i privilegi concessi a queste vetture, scopri perché

di Redazione

17 maggio

Il governo norvegese, dopo aver spinto sulla transizione all’elettrico, tanto da avere ben il 65% del parco circolante “alla spina”, sta iniziando a considerare un cambio di politica. I privilegi relativi a tasse, pedaggi e più in generale i benefit concessi alle auto elettriche potrebbero essere fortemente ridotti o addirittura eliminati.

Vantaggi importanti

La Norvegia è da sempre uno dei paesi che ha concesso i maggiori benefici agli acquirenti di vetture elettriche che non pagano l’IVA applicata alle vetture endotermiche e ibride (al 24%), ed hanno numerosi vantaggi, inclusi pedaggi e tariffe di parcheggio ridotte o addirittura azzerate in diverse città.

Nonostante ad aprile il 74,1% delle nuove immatricolazioni in Norvegia siano state puramente elettriche (a Marzo erano addirittura l’86,1%), sembra che la tendenza sia però quella di voler limitare la circolazione di vetture private nei centri urbani.

Una scelta difficile

Con la diffusione dei veicoli elettrici il ricavo delle tasse provenienti dalla vendita dei carburanti e le agevolazioni sopra citate hanno comportato una mancanza di fondi per investimenti in infrastrutture e mobilità pubblica. Alla base della decisione, non ancora ratificata, non c’è però solo una motivazione legata a un minor introito fiscale ma la volontà di ridurre il traffico veicolare nelle città. La sostituzione del parco circolante da endotermico a elettrico non ha ridotto il traffico: il ministro dei trasporti Jon-Ivar Nygård ha dichiarato che la volontà è quella di portare a un’inversione di tendenza nei trasporti. “È fantastico che le persone utilizzino le auto elettriche. Ma non va bene se salgono in macchina e guidano verso aree urbane trafficate invece di camminare, andare in bicicletta o usare i mezzi pubblici”.

Presto altre nazioni europee sceglieranno la stessa strada?

Cerchi un'auto elettrica? Trovala qui tra gli annunci

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi