L'autobus da mille e una notte

L'autobus da mille e una notte

Saliamo a bordo di un autobus limousine in versione “pakistana”, personalizzato per rendere confortevoli i viaggi più lunghi. Attenzione, è obbligatorio togliersi le scarpe!

di Redazione

27 novembre

Uno degli autobus più strani mai visti viaggia per le strade del Pakistan, dove non passa certo inosservato, già a partire dai colori sgargianti della carrozzeria: nero a parte, troviamo il giallo e il rosso con dettagli cromati color platino oppure oro. Il disegno di montagne e cervi occupa la parte inferiore del bus, e guardando con attenzione si notano anche diversi emblemi che richiamano il “cavallino” Ferrari.

Si tratta di un autobus limousine (ma non è un party autobus, perché è destinato ai viaggiatori e non alle feste) dalle dimensioni molto generose. Alcune caratteristiche di questo mezzo sono delle vere e proprie chicche, perché forse non verrebbero mai in mente a noi europei: l’idea di lusso pakistana sembra essere piuttosto diversa dalla nostra (anche se non del tutto).

All’interno la tappezzeria ma non solo

Sull’autobus troviamo comodi sedili in pelle reclinabili formato extra-large e larghi schermi televisivi marchiati Samsung con tanto di cuffie per guardare film e programmi senza disturbare gli altri viaggiatori, come accade nelle lunghe tratte in aereo (anche su alcuni autobus europei piuttosto lussuosi, a dire la verità). Non mancano un sistema di raffrescamento di ultima generazione che sembra quasi stonare con lo stile del mezzo e prese per ricaricare i propri dispositivi mobili. Questi sono solo alcuni degli elementi che saltano subito all’occhio entrando in uno degli autobus più strani mai visti, ma finora di stranezze vere e proprie non abbiamo ancora parlato.

Un lungo e spesso tappeto orientale fa da passerella tra i sedili, disposti su due piani, più uno separato a livello del terreno.

Le luci a motivi geometrici che campeggiano sul tettuccio del mezzo cambiano colore e ricordano quelle di un locale notturno, mentre tendine rosse con motivi a greche dorate garantiscono un po’ di privacy ai viaggiatori che lo desiderano. Anche il cruscotto e il sedile del guidatore sono (giustamente) abbastanza lussuosi e soprattutto in linea con tutta l’estetica dell’autobus.

L’aspetto forse più curioso, trattandosi di un autobus pensato per essere di extra lusso, è rappresentato dalla tappezzeria e dai tappeti: tappezzeria rossa con motivi floreali e tappeti che ricoprono persino le scale. Tanto che diversi cartelli sottolineano la necessità di togliersi le scarpe al momento di salire. In fatto di stranezza anche i colori degli interni non scherzano, dominano infatti il marrone cammello, il bianco, il rosso, il giallo e l’oro.

Posti adatti ai disabili, pasti caldi e caffè

Particolarmente apprezzabile il fatto che nella parte bassa dell’autobus, dove di solito negli autobus convenzionali troviamo il bagagliaio, ci siano spazi adatti alle persone diversamente abili, comodi e con portiere ampie a livello della strada. Spazi considerati “vip” e offerti quindi anche a chi vuole stare da solo, perché isolati dal resto dei passeggeri. Qui troviamo pure un frigo con acqua fresca, un telefono per parlare direttamente con il guidatore e un campanello d’allarme.

L’autobus promette di offrire, inoltre, caffè e pasti caldi ai suoi viaggiatori.

1 di 2

Avanti
  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese