Auto graffiata, 3 tecniche per sistemarla da soli

Auto graffiata, 3 tecniche per sistemarla da soli

Quando l’auto è nuova di zecca il più piccolo graffio mette subito di cattivo umore. Ecco i trucchi per sistemare col fai da te i piccoli graffi

di Redazione

28 novembre

Vedere l’auto nuova graffiata fa disperare e arrabbiare, e c’è anche chi tiene molto al proprio veicolo e non sopporta di vederlo rovinato neppure dopo anni. ma non c’è sempre una vera ragione per disperarsi: in tutta una serie di circostanze è possibile intervenire per sistemare la carrozzeria, senza spendere nulla o quasi, mettendoci solo un po’ di tempo, manualità e buona volontà.

 

Graffi leggeri causati da un vicino maleducato che parcheggia di fretta o da un sassolino che colpisce il veicolo in autostrada sono quasi impossibili da evitare. La prima cosa da fare è quella di capire quanto è esteso o profondo il danno, per avere la certezza di riuscire a ripararlo da soli. Vediamo ora 3 trucchi per sistemare la carrozzeria rendendo i graffi invisibili (o quasi).

Prima di eliminare i graffi dalla carrozzeria , è necessario preparare la superficie in modo adeguato: lavare accuratamente la macchina e assicurarsi che la superficie sia completamente asciutta.

Attenzione: non ci assumiamo in alcun modo la responsabilità in caso di danni alla carrozzeria.

 

Usare la pasta abrasiva

Più che di una tecnica di riparazione si tratta di un sistema per levigare il graffio. Il primo passaggio, che va fatto con estrema delicatezza, prevede di carteggiare con carta vetrata a grana finissima la zona rovinata, facendo molta attenzione a non creare danni ulteriori. Se non ci sentiamo sicuri meglio saltare questa operazione.

Dopodiché possiamo usare la pasta abrasiva, applicandone una piccola quantità su un asciugamano o un pezzo di cotone, da passare con decisione ma delicatamente sulla parte rovinata, compiendo movimenti circolari.

Attenzione: la quantità di pasta abrasiva applicata deve essere realmente poca, altrimenti si rischia di rovinare le parti intatte della carrozzeria.

Se dopo una prima applicazione il graffio risulta ancora visibile, si può fare una seconda passata. Per finire, va applicata la cera per auto sulla zona trattata, così da ripristinare il giusto grado di luminosità.

Riverniciare con il colore giusto

Se l’auto graffiata è verniciata con lo smalto, il processo per rimuovere i graffi è completamente differente. Il primo passo da fare è quello di scoprire qual è il codice della vernice, per poi acquistarne un piccolo barattolo da un rivenditore specializzato.

Usando un piccolo pennello si va ad applicare la vernice sul graffio con un pennellino, in modo tale da ripristinare il più possibile l’aspetto originale della carrozzeria. Una volta che la vernice si sarà asciugata l’intervento sarà quasi invisibile. A volte le vernici si trovano in confezione spray, in questo caso basta spruzzarne un po’ in un contenitore come un bicchiere o anche il tappo e usare quella con un pennellino.

Trattare la vernice laccata con un solvente

Se la nostra auto graffiata ha una carrozzeria “laccata”, non è necessaria la pasta abrasiva e non bisogna neppure riverniciare. Basta trattare delicatamente la lacca per mascherare in modo efficace i graffi.

Prendiamo un panno pulito e versiamoci sopra una piccola quantità di solvente per vernici. Dopodiché, strofiniamo delicatamente il panno sulla zona da trattare. La lacca si diluisce espandendosi sulla zona dell’auto graffiata, così da coprire il danno. Lasciamo asciugare prima di “valutare” il risultato.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese