Dal Salone di Tokyo arriverà la prima visione di Mazda sull’elettrico. Dal laboratorio e-TPV, sviluppato su base CX-30, a un concept che prefigura un futuro modello di serie, da 143 cavalli e 265 Nm erogati dal motogeneratore elettrico.

L’attesa è per un progetto dalla carrozzeria sport utility, con un pacco batterie da 35,5 kWh, elemento di una scheda tecnica da svelare completamente il prossimo 23 ottobre.

INTERNI, SPAZI VUOTI MIGLIORANO LA VITA A BORDO

Tutto da scoprire il design e le innovazioni. Mazda rivela dettagli generici, “di principio”, sull’interpretazione dell’abitacolo della propria proposta elettrica. Rifletterà la necessità di creare un ambiente percepito molto spazioso, nelle scelte si tradurrà in numerose aree vuote, segno di un minimalismo anticipato da un teaser, un frame sul tunnel e parte della plancia.

L’anticipazione indica un elemento sospeso nella parte che unisce la plancetta con il selettore del cambio e parte superiore della plancia. Le manopole di gestione dell’infotainment ricalcano quelle di Mazda CX-30, la leva si presenta come un joystick corto, davanti al quale potrebbe esserci un pannello touch per alcune funzioni secondarie.

Interni del concept Mazda elettrico all’insegna dei materiali curati, per offrire su un elevato comfort e farlo attraverso soluzioni eco-sostenibili. Indizio che va nella direzione di un possibile impiego di fibre ottenute da materiali riciclati.

Leggi anche: Mazda CX-30, crossover compatto e stiloso

La presentazione della Mazda elettrica esclusivamente a batterie, modello in arrivo sui mercati globali nel 2020, verrà affiancata da una proposta dotata di range extender, un propulsore termico di tipo Wankel per ricaricare il pacco batterie.