L’orgoglio italiano è qualcosa che abbiamo sempre avuto. Magari nascosto, sopito, anche soffocato dai nostri mille difetti. Ma che, puntuale, riemerge quando ormai l’acqua sembra aver superato il livello della gola.

Succede, è successo e succederà ancora e ovunque: nello sport come nell’industria. Così, mentre va avanti il balletto dei folli incentivi (ora accompagnato da quello ancora più triste del Codice della Strada) varati dal Governo che penalizzano cittadini, automobilisti e un comparto fondamentale per la nostra economia, ecco che compaiono all’orizzonte modelli destinati a rilanciare il made in Italy dei motori anche in un momento così delicato e difficile per tutti.

Per questo AUTO ha scelto di dedicare la sua copertina alla 500e “la Prima”, la versione a zero emissioni dell’icona italiana della mobilità, in condivisione, diciamo pure sharing, con la Ferrari Roma, l’altro gioiello - questo sicuramente vincente - figlio della maestria stilistica e motoristica dei prodotti di Maranello. E a completare il “Rilancio italiano” è arrivata in extremis anche la nuovissima supercar del Tridente, la Maserati MC20, simbolo della nuova era del marchio di lusso di FCA, pronto a ridefinire la gamma alla vigilia della fusione con PSA. Senza dimenticare l’intervista a Marc Lichte, n.1 del design di Audi.

Le prove su strada di 500e e Ferrari Roma vi regaleranno emozioni vere come le foto statiche della MC20 che apre comunque la sezione Primo Test, dove vi attende un’autentica sfilata di sorprese, a cominciare dal debutto dell’Aston Martin DBX, il primo Suv della Casa di Gaydon che porta fuoristrada anche 007.

A seguire, un altro pezzo del “Rilancio Italiano”, con le prove delle due Jeep Renegade e Compass 4xe, cioè le versioni ibride plug-in che di fatto proseguono la politica di elettrificazione di FCA. Più o meno lo stesso discorso per quanto riguarda le anteprime delle nuove Peugeot 3008 (anche in versione ibrida plug-in) e 5008. In mezzo, tutta la qualità e le novità della nuova Toyota Yaris, destinata a diventare un pilastro della nuova mobilità. La sezione chiude con le anteprime dei Suv coreani di Hyundai,Tucson e Kona (anche nella versione supersportiva, N Line) declinati con motorizzazioni mild-hybrid da 48 volt.

L’inchiesta del mese è dedicata ai neopatentati e alle complicazioni generate da leggi confuse.

L’ideale preludio per entrare nella sezione e-mobility, aperta proprio da un’altra indagine, questa volta relativa alla situazione delle colonnine di ricarica elettrica nel nostro Paese: tipologie, numero e costi. Per le prove, primo sguardo su Skoda Enyaq iV e sulla Volkswagen ID.3.

Mentre l’Opel Corsa-e ha dovuto superare l’esame del nostro Centro Prove, come del resto la Porsche 911 Turbo S Cabriolet in esclusiva di Auto, l’Audi A3 Sportback, la Mercedes GLE 350e e la Peugeot 2008 Blue HDI 130 GT-Line.

Esaurita l’autentica “indigestione” di prove, la sezione Motor Club apre un’interessante finestra sulla passione per le auto d’epoca e la possibilità di noleggiarle e godersele per il tempo che si vuole. A proposito di passione, spazio alle notizie sul Milano-Monza Motor Show e all’organizzazione del suo Salone nelle piazze di Milano.

Mentre la rubrica Forever Young esibisce toni nostalgici sulla VW Golf R32. Il tuning stupisce con l’interpretazione ABT dell’Audi RS Q8 e le gomme sottolinenano la tecnologia Enliten di Bridgestone. Finale con l’usato, dedicato alla Nissan Qashqai. Noi ci teniamo l’orgoglio italiano.