Il recente restilyng del brand attuato in casa Peugeot, fa parte di un piano strategico ben preciso. La Casa del Leone, nella galassia Stellantis, ha la necessità di trovare il suo posto, adattandosi alle esigenze industriali del Gruppo, ma senza perdere la propria identià.

La storia del machio racconta un forte radicamento nella produzione di auto generaliste. Una tradizione pronta per essere innovata con una nuova filosofia che strizza l'occhio al premium.

Internullo: "Peugeot, la forza del marchio tra storia e futuro"

La casa del Leone, oggi parte del nuovo gruppo Stellantis si evolve con una nuova brand identity attingendo alla propria storia ma proiettandosi fortemente verso il futuro, assumendo un’immagine bidimensionale. Ideale per il mondo digitale in cui viviamo, ma anche perfetta espressione di quella lunghissima storia di successi che solo il più antico marchio automobilistico del mondo oggi in attività può vantare.

Siamo orgogliosi di raccontare l’innovazione e l’evoluzione del brand Peugeot, perfetta espressione di un profondo cambiamento in atto nel mondo e sul quale la Casa del Leone ha da tempo scommesso. Profondi cambiamenti che abbracciano un nuovo modo di concepire la mobilità e che Peugeot ha già da tempo fatto vedere con prodotti reali, concreti. Oggi il rinnovamento dell’immagine di marca rappresenta il completamento di una promessa concreta per un brand in forte crescita che fonda le sue radici nella storia ma che è proiettato nel futuro grazie all’elettrificazione, alla profonda digitalizzazione e ad una nuova ed elevata customer experience che è in grado di offrire. L'incontro di settori diversi ha saputo, attraverso la forza di un marchio, far divenire progetti ed idee, vere e proprie storie imprenditoriali vincenti”, ha affermato Salvatore Internullo, Direttore Generale Peugeot Italia.

Ma come si scrive questo nuovo capitolo? Oltre a Internullo ce ne parla Matthias Hossann, matita Peugeot, destinato a delimitare le linee che narreranno le vetture francesi della mobilità del futuro.

Non perdete l'intervista, di Damiano Iovino, nel prossimo numero di Auto, in edicola il 15 maggio, oppure disponibile qui in formato digitale.