Car of the YearOrganizzatore del premio
Car of the Year 2021

Sul prossimo Auto in edicola: Cupra, quando l'estetica è funzionale

Sul prossimo Auto in edicola: Cupra, quando l'estetica è funzionale

Intervista a Francesca Sangalli, capo della divisione "Color&Trim" di SEAT che ci svela che: "Oggi scegliere un materiale gia? definisce la forma dell’auto". Il successo del brand cupra nasce proprio dai suoi colori

di Damiano Iovino

10 giorni fa

Francesca Sangalli ama fare gli straordinari: non solo è a capo del Color&Trim di Seat, ma guida lo stesso dipartimento per Cupra. Il brand giovane che sta conquistando i mercati europei. Ma quanto è stimolante partecipare sin dall’inizio allo sviluppo di un Marchio innovativo come Cupra? "Sicuramente è una sfida molto eccitante: è bello trovarsi a definire colori e materiali di un nuovo Marchio, perché sono la faccia di un brand, possono essere più importanti delle forme. Cupra vuole ridefinire il concetto di auto sportiva, che è molto conservativo. Da sempre la sport car è un oggetto per amanti dell’auto legati a canoni ben definiti, come l’auto rossa o le cuciture in evidenza. Con Cupra abbiamo l’opportunità di esplorare nuovi territori, rivolgerci a un pubblico diverso, più giovane, che ama l’auto. La sfida è esplorare tecnologie che possono avere un valore dirompente nel sistema automotive: un’opportunità
per noi designer".

Quindi la mobilità elettrica vi offre nuove opportunità?

"Per noi è una situazione ideale. Con l’auto elettrica, siamo di fronte a un consumatore progressista, attento a valori differenti come la sostenibilità e più ricettivo a nuovi codici. Ma in Cupra andiamo oltre: nell’ideario della gente l’auto elettrica non è legata alla sportività, mentre noi offriamo un prodotto aggressivo e più dinamico".

Continua a leggere l'interevista sul prossimo numero di Auto, in edicola il 15 ottobre, oppure qui in edizione digitale.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi