Auto, il nuovo numero è in edicola

Prove, notizie, inchieste, tutto quello chè c'è da sapere sul mondo dell'auto e disponibile sul nuovo fascicolo

di Pasquale Di Santillo

15 giugno

Il dibattito è aperto, i numeri sono lì, chi vuole può leggerli, magari senza dare interpretazioni troppo libere, piuttosto, attenendosi ai dati oggettivi. Fatto sta che nonostante l’entrata (finalmente) in vigore degli incentivi, vagamente (...) spostati verso l’elettrico decisi dal Governo, il mercato italiano già in evidente crisi dice che la maggioranza dei cittadini preferisce e quindi sceglie, compra l’ibrido.

E in fondo non può essere una coincidenza se sul numero di Auto da oggi in edicola un Ministro della Repubblica, in realtà un fisico di fama Mondiale, come il responsabile della Transizione ecologica, Roberto Cingolani rompe gli indugi e nella nostra intervista esclusiva conferma l’opinione che già ci accennò lo scorso anno che va, appunto, un po’ in controtendenza rispetto a quello che invece è il decreto governativo.

Cosa ci ha detto il ministro

In sintesi, Cingolani ci ha detto che oggi l’elettrico non può essere considerata una soluzione davvero green alla mobilità, che per la transizione la soluzione ideale era e rimane l’ibrido, meglio se full; che non basteranno tre anni per portare a termine una rivoluzione così importante, soprattutto in termini di energia davvero pulita, cioè rinnovabile e infine che la politica a volte obbliga a compromessi spiegando anche la scelta di incentivi più leggeri economicamente ma spalmati in una prospettiva triennale per agevolare la programmazione delle Case.

Abbiamo provato la Tonale

E se gli italiani scelgono l’ibrido e il Ministro Cingolani la vede come la soluzione ideale per la transizione, non ci deve soprendere se sul magazine arriva anche la prima Alfa Romeo con la doppia motorizzazione. All’interno, infatti, potrete trovare la prova, il primo contatto su strada della nuova Tonale, il Suv medio-compatto del Biscione davvero attesissimo non solo tra i fans del Marchio ma anche tra tutti gli appassionati dell’automobile. Fans e appassionati che non rimarranno delusi dal leggere che anche in questo debutto dell’1.5 mild hybrid l’Alfa non smentisce il suo Dna fatto di cavalli, motore e sterzo dalla sensibilità totale e di quell’anima, unica, che fa dell’Alfa stessa il sinonimo di piacere di guida.

Prove e confronti

Il fil rouge che lega tutto il magazine si completa nel Centro Prove dove abbiamo messo a confronto due esponenti dei “partiti” in campo: la BMW M440i, testimonial perfetto dei motori rombanti ad alte performance e BMW i4 M50, che invece rappresenta il, versante sempre performnce ma dell’elettrico. Andate a scoprire chi l’ha spuntata. A proposito di Dna, quello di Auto comunque ci ha spinto a mettere in copertina la nuova Range Rover, con le sue innovazioni tecnologiche mescolate alle linee di un design mai visto prima e a motorizzazioni tutte elettrificate. Sempre sul tema, una volta entrati nel settore primo test, c’è da leggere anche la prova del nuovo Range Rover Sport insieme a BMW xDrive M135i, Mazda CX-60, Skoda Karoq, Honda Civic, senza dimenticare le anteprime di Ferrari 296 GTS e nuova BMW Serie 7. Arrivando al settore e-mobility ecco Mercedes EQB, Mercedes EQS Suv, Smart Suv #1 e la nuova Lexus RZ. A completare il quadro dei test, sempre il Centro Prove che oltre il confronto già citato ha analizzato Kia Sportage 1.6 CRDI DCT GT-Line, Lexus NX 450h+ F-Sport AWD e Volvo C40 Recharge. Chiusura con Motor Club che apre con la presentazione del Pirelli 50 VMarine Limited Edition, poi prosegue con Forever Young dedicato alla Lancia Thema 8.32 215 cv, con il tuning della Renault Mégane RS 324 cv by Franco Alosa e l’usato con focus su Audi S4 e RS 4. E che l’ibrido sia con noi.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi