Fine corsa per la Honda CR-Z, la sportiva ibrida compatta che non ha avuto il successo atteso.

La Casa giapponese ha annunciato che entro fine 2016 interromperà definitivamente la produzione della CR-Z per un motivo molto semplice: vendite al di sotto delle attese.

Il modello, messo sul mercato a febbraio del 2010, è stato immatricolato complessivamente in 40.000 esemplari, risultato ben lontano dalle previsioni iniziali che ne ipotizzavano 40mila unità, ma all'anno. Sarà realizzata una serie speciale a sancire la fine dell’attività produttiva.

La CR-Z forse è arrivata troppo presto, o più probabilmente, nonostante un design più dinamico rispetto alle auto ibride "classiche", non ha mai fatto breccia presso i potenziali appassionati. Anche per prestazioni solo discrete del 1.5 a benzina da 114 cv abbinato a un piccolo motore elettrico (14 cv) con cambio manuale a sei marce. Velocità massima di 200 km/h e soprattutto accelerazione da 0 a 100 in 9"9. Probabilmente poco per attirare una clientela numerosa.