Il futuro della mobilità passa per l'energia elettrica: e-mob è la conferenza nazionale dedicata al tema, in cui vengono esposte le innovazioni nel campo. Tre giornate, dal 26 al 28 settembre presso Palazzo Lombardia a Milano, ricche di appuntamenti che radunano persone comuni e fornitori di energia in un'iniziativa nata per dare una panoramica delle migliorie nel campo green. Anche e soprattutto in ambito automobilistico.

OBIETTIVO: CAMBIAMENTO

La rassegna guarda al presente ma soprattutto al futuro, puntando a rendere la mobilità elettrica una scelta conveniente e praticabile da un sempre maggior numero di utenti. A tale scopo si è resa indispensabile un'azione condivisa dalle Regioni del Bacino Padano, in modo da ampliare ed arricchire la rete di rifornimento. Il comune di Milano, insieme ad ATM, punta a convertire il trasporto pubblico e privato, incentivando il car sharing elettrico e portando ad oltre 1.000 unità le colonnine urbane.

Bologna e Torino sono città che si fanno portavoce del cambiamento e presenteranno alla conferenza i propri innovativi progetti. Fondamentale è la piattaforma per “una Mobilità Olimpionica a basso impatto ambientale”, il decalogo pensato per abbattere le emissioni derivanti dai Giochi Olimpici del 2026, che saranno ospitati da Milano e Cortina d'Ampezzo.

Altro obiettivo è quello di migliorare l'esperienza di rifornimento sia domestico che aziendale. Quella della mobilità elettrica è una tendenza destinata a radicarsi, vista sia la maggiore sensibilità verso l'ambiente che l'inasprimento delle politiche dell'Unione Europea volte a ridurre le emissioni di gas serra. La conferenza e-mob include inoltre un'area test, in cui sarà possibile sperimentare modelli di mobilità attuali e futuri.