Amazon promuove la mobilità eco-sostenibile ordinando 100.000 furgoni elettrici per consegnare i prodotti acquistati on-line. Il colosso statunitense, infatti, ha concluso un accordo con Rivian, Casa automobilistica americana fondata nel 2009, mettendo su piatto circa 3,6 miliardi di dollari. Amazon ha deciso di rendere nota questa notizia in concomitanza con l'iniziativa 'The Climate Pledge'. I furgoni 100% elettrici non faranno il loro debutto in strada prima del 2021 e, per il momento, sembra che saranno concentrati per la maggior parte sul suolo degli Stati Uniti d'America.

Amazon, un ordine a Rivian di 100.000 furgoni elettrici

Quello fatto da Amazon, sembra essere l'ordine più grande mai realizzato per la consegna di veicoli elettrici. La società nata a Seattle afferma che i primi furgoni prodotti da Rivian entreranno in servizio nel 2021 e il piano è di averne 10.000 in circolazione entro il 2022 e tutti i 100.000 in servizio entro il 2030. L'obiettivo è quello di raggiungere lo zero netto di carbonio entro il 2040, 10 anni prima degli obiettivi fissati dall'accordo di Parigi. Amazon ha affermato che gli investimenti e l'ordine dei veicoli in Rivian "accelererebbero la produzione di veicoli elettrici fondamentali per ridurre le emissioni dei trasporti". I dettagli tecnici del furgone non sono stati ancora resi noti, ma da tempo Rivian è alla ricerca di modi per ridurre i costi e migliorare l'efficienza delle operazioni di consegna. Rivian, in realtà, è un’azienda ancora in fase di start-up e dei veicoli progettati ancora nessuno è stato messo in vendita. Poco importa, in cantiere c'è il van per Amazon e questo dovrebbe bastare e avanzare per il futuro della società.