La nuova startup californiana pronta a rivoluzionare il mondo dell’elettrico si chiama Canoo, è stata fondata nel 2017 e ha sedi a Los Angeles, a Shanghai e nella Silicon Valley. È stato annunciato l’ingresso nel mercato per il 2021, mentre in questo mese di ottobre inizieranno i test del primo modello: il “loft urbano su due ruote”, lo chiamano in azienda, ed è un minivan a zero emissioni. Ma l’innovazione non è solo questa.

UN NUOVO CONCETTO DI PROPRIETÀ

È infatti la modalità di acquisto delle vetture che desta più curiosità. Canoo intende superare il concetto di proprietà dei suoi veicoli, sostituendolo con un abbonamento mensile che permetterà ai clienti di utilizzare il minivan (e immaginiamo anche i futuri mezzi) avendo a disposizione manutenzione, assicurazione e ricariche elettriche. L’idea, inoltre, è quella di mantenere aggiornati i propri veicoli come si fa nell’industria aeronautica: ad ogni miglioramento dei prodotti relativi alle vetture, Canoo provvederà a implementarli sui minivan già in circolazione, in modo da allungare la vita del veicolo e offrire una qualità di guida sempre alta.

Ecobonus, elettrico cresce del 113% fino a luglio

LA PIATTAFORMA “SKATEBOARD”

Tutte le vetture Canoo saranno basate su una piattaforma che include batterie e motori elettrici, telaio e sospensioni. Si chiamerà “skateboard” e sarà la stessa per tutti, esclusi forma e aspetto della vettura. Grazie a questa soluzione, i dirigenti della startup hanno annunciato un’autonomia elettrica tra i 400 e i 480 chilometri, mentre l’adozione della piattaforma unica consentirà di abbattere i costi di produzione.

STERZO VIA CAVO

Tanta tecnica anche per quanto riguarda l’assistenza alla guida: a disposizione dei clienti ci saranno i più avanzati sistemi Adas, con cinque radar e 12 sistemi a ultrasuoni, per una guida autonoma di livello 2+. Infine, il sistema di sterzo “by wire” consentirà un utilizzo via cavo che non prevede connessioni meccaniche tra volante e ruote.